Riconoscere ai lavoratori a chiamata i servizi e i diritti dei disoccupati

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Chi ha un contratto a chiamata è di diritto occupato. Dopo la revoca dei voucher in Italia 270mila disoccupati sono stati assunti con i contratti intermittenti o a chiamata.

Queste persone sono "occupate" ma di fatto lavorano spesso pochissimo. Si chiede al Ministro del lavoro di emanare un provvedimento che chiarisca che questi "lavoratori", nel caso percepiscano meno di 4800 euro lordi all'anno, possano beneficiare dei servizi al lavoro e degli incentivi previsti per le persone in cerca di lavoro.

Aiutaci ad aiutarli e, se sei tra loro, raccontaci la tua storia.

A breve l'on. Ivan Catalano presenterà una interrogazione parlamentare al Ministro su questa vicenda e ci terrà informati sugli sviluppi. Il nostro sostegno e le testimonianze concrete sono importanti.

 



Oggi: Luca conta su di te

Luca Monti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Giuliano Poletti: Riconoscere ai Lavoratori a chiamata i servizi e i diritti dei disoccupati". Unisciti con Luca ed 637 sostenitori più oggi.