No alla Ricetta Elettronica Veterinaria ( REV ) per gli animali da compagnia

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Una burocrazia, come al solito troppo zelante, si è fatta forte di un vecchio suggerimento dell'Unione Europea che riguardava la resistenza agli antibiotici, per escogitare un' ulteriore normativa che sicuramente complicherà la vita ai possessori di animali da compagnia facendo peraltro spendere più soldi a loro e alle tasche di noi contribuenti. Mentre infatti i medici  ( umani ), che pure ridigono la ricetta elettronica da tempo, hanno la possibilità di redigere la tradizionale ricetta cartacea quando lo ritengono opportuno, i medici veterinari saranno obbligati, per legge, a redigere solo ed esclusivamente ricette elettroniche che, sopprattutto in alcuni casi, ( visite domiciliari, aree fuori campo, black out elettrici ecc ) finiranno sicuramente per creare caos, ritardi e complicazioni assurde soprattutto per le fasce più deboli come anziani e disabili. Diciamo NO decisamente a questo sopruso che si potrebbe evitare anche solo semplicemente concedendo la facoltà di redigere la vecchia e tradizionale ricetta cartacea. No alla ricetta elettronica veterinaria