NO all'abolizione dell'obbligo vaccinale in Italia

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Una firma per scongiurare l'abolizione dell'obbligatorietà dei vaccini.

Nel contratto di governo M5S - LEGA si legge: “Pur con l’obiettivo di tutelare la salute individuale e collettiva, garantendo le necessarie coperture vaccinali, va affrontare la tematica del giusto equilibrio tra il diritto all’istruzione e il diritto alla salute, tutelando i bambini in età prescolare e scolare che potrebbero essere a rischio di esclusione sociale”.

Una frase che lascia intendere come la priorità sia assicurare a tutti i bambini di poter frequentare le scuole, indipendentemente dalle vaccinazioni effettuate o meno.

La legge Lorenzin è stata un successo. I dati dicono che in pochi mesi siamo passati da tassi di copertura assolutamente non soddisfacenti a una situazione buona. Al momento l'obbligo non va abolito. Le vaccinazioni obbligatorie sono una manifestazione di civiltà del nostro Paese. Questo provvedimento legislativo è andato nella direzione di portare il nostro Paese in linea con gli standard europei, tornare indietro vorrebbe dire di nuovo identificare l'Italia come uno dei Paesi meno evoluti dal punto di vista socio-sanitario, in cui vi è minor tutela delle popolazioni a rischio, come quelle pediatriche ma anche dei pazienti immunodepressi.

 



Oggi: Farmacia Politica conta su di te

Farmacia Politica ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Giulia Grillo: NO all'abolizione dell'obbligo vaccinale in Italia". Unisciti con Farmacia Politica ed 3.528 sostenitori più oggi.