Modifica della legge Patentino/obbligatorio per possessori Cani/Gatti animali in genere

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Gent.mi Ministro Giulia Grillo e Ministro Luigi Di Maio ,

con la presente chiediamo che venga inserito nell'ordinanza del Ministero del Lavoro,Salute,e delle Politiche Sociali del 3 Marzo 2009 concernente "Tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani " 
http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?id=1533&area=cani&menu=tutela
l'obbligo per TUTTI i possessori di cani e gatti di un PATENTINO che attesti
di aver frequentato un corso di gestione degli Animali in genere.

IL PATENTINO dovrà essere rilasciato da centri cinofili o da centri autorizzati e in collaborazione con le ASL in un unico corso; rinnovabile annualmente,dopo i dovuti accertamenti
sia sul possessore (denunce) che sull'animale (salute,stato psicofisico).

IL CORSO dovrà essere finalizzato a informare,istruire,rendere consapevoli
della esatta e corretta gestione, anche economica, di un animale .



Tale proposta nasce dall'esigenza di prevenire e ridurre fenomeni in aumento,i maltrattamenti,i combattimenti,i traffici,randagismo,nonché lo sfruttamento degli animali,incidenti domestici dovuti appunto a una gestione degli animali non responsabile e spesso anche illecita.

la modifica a LEGGE del Patentino Obbligatorio .
L'ITALIA deve impegnarsi a migliorare il controllo,e la prevenzione sulla giusta gestione di ogni animale,la poca informazione,la poca preparazione sta portando al fallimento i diritti del benessere animale ricadendo spesso e troppo spesso sulla salute degli animali,ma sopratutto sulle spalle dei volontari che non riescono piu ad intervenire su ogni emergenza,la giusta collaborazione tra associazioni e stato e proprio questo,permettere un monitoraggio serio e limitare il diffondersi di incidenti,cucciolate,maltrattamento,combattimenti,e tanto altro,il PATENTINO non deve essere visto come un nemico,ma come un aiuto anche verso il cittadino che spesso per ignoranza,acquista o adotta un animale senza averne nessuna capacità gestionale,senza sapere cosa occorre per la sua salute,senza sapere come sia il giusto modo di gestirlo,e sopratutto evitando lo sfruttamento,troppe cucciolate casalinghe non riconosciute cuccioli venduti per poche centinaia di euro,senza chip,senza vaccini,senza un minimo di informazione,per questo motivo noi insistiamo su questa modifica che il PATENTINO SIA LEGGE E NON SOLO UNO SCRITTO .
Roma, 07/09/2018
email: grupporandagioonlus@gmail.com