Reggio Calabria vicina a Gattuso Giacomo

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Breve riassunto dei fatti, così come contenuto negli atti e dimostrato dalle telecamere della chiesa Divin Soccorso di Reggio Calabria: nella notte tra il 23 e il 24 maggio 2017, un gruppo di ragazzi si riunisce nella piazza antistante alla chiesa del Soccorso, ed inizia a giocare a calcio. Vista l'ora, Mons. Costantino, decide di uscire dalla chiesa e (per motivi ancora ignoti in quanto erano già presenti le telecamere) di cominciare a riprendere i ragazzi durante la loro partita, senza richiamarli verbalmente. Uno di quei ragazzi (che non partecipava al gioco in quanto infortunato) Giacomo Gattuso, seguito in coda dagli altri ragazzi, si avvicina quindi a Mons. Costantino chiedendo spiegazioni sulle riprese. Mons. Costantino procede alzando i toni, e mimando verso i ragazzi un gesto violento, come a tirare uno schiaffo. Gli animi si infuocano, e la lite degenera quando Mons. Costantino attacca verbalmente il Gattuso insultandolo con parole come "magnaccio" e "pedofilo", e sferrandogli poi un pugno. A questa inequivocabile aggressione verbale e fisica, Gattuso risponde colpendo più volte Mons. Costantino che alla fine dell'aggressione sarà ricoverato, presenterà un'ematoma nella testa, e sarà sottoposto dai medici a coma farmacologico. Mons. Costantino si riprenderà nel giro di poco tempo, sarà in grado di parlare, riconoscere i volti amici e raccontare i fatti precedentemente accaduti. Per il Gattuso invece scatterà l'arresto, con imputazione di tentato omicidio. Questa petizione viene a crearsi per due motivi: chiediamo che giustizia sia fatta senza preferenza alcuna e quindi in modo imparziale, così come stabilito dalla legge conservata rigorosamente nella nostra Costituzione italiana, quindi la revisione del capo d'imputazione a carico del Gattuso, che non coincide con il tentato omicidio in quanto un ematoma non è sufficiente a determinare la vita o la morte di un soggetto, specifichiamo inoltre che Mons Costantino è stato subito ricoverato e l'operazione è pienamente riuscita, inoltre miriamo a dimostrare la vicinanza al Gattuso e alla famiglia del Gattuso da parte dei cittadini di Reggio Calabria.



Oggi: Stefania conta su di te

Stefania Gattuso ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Giudice Antonio Scortecci: Reggio Calabria vicina a Gattuso Giacomo". Unisciti con Stefania ed 236 sostenitori più oggi.