#+BALDIxTUTTI=VOGLIAMO + AULE NELLA SEDE DEL LICEO BALDI E NON + SEDI DISTACCATE DEL LICEO

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


L'Accademia delle Belle Arti di Urbino ha in uso dal 2004 una parte del plesso scolastico di Via Giro del Cassero che era stato interamente assegnato, con legge n. 23 del 1996 (Edilizia della Scuola Secondaria di II grado che trasferisce le competenze alla Provincia di riferimento che ne sostiene le spese) al Liceo Scientifico Laurana e delle Scienze Umane Baldi, i quali sono parte di un unico istituto scolastico.

Dopo il trasferimento del Liceo Scientifico Laurana nella nuova sede di Via Pacioli lo stabile di Via Giro del Cassero viene utilizzato solo dal Liceo delle Scienze Umane e una parte risultava sottoutilizzata, per cui la Provincia di Pesaro Urbino ha prestato alcuni locali dell'edificio, in comodato d'uso, all'Accademia della Belle Arti che invece in quel momento ne aveva bisogno.

Nel corso degli ultimi anni, con la crescita del numero di studenti e degli indirizzi del Liceo delle Scienze Umane Baldi si è resa necessaria la disponibilità di spazi ulteriori per svolgere sia l'attività didattica sia laboratoriale entro un unico edificio per ragioni organizzative e di qualità della didattica. Già negli scorsi anni il Liceo Baldi ha vissuto grandi difficoltà nella riorganizzazione degli spazi della didattica, nella destinazione dei locali, ormai insufficienti, per un’attività formativa che si sta adeguando a linee innovative in campo educativo e nella implementazione di misure inclusive a favore degli alunni con diversa abilità

Al momento senza queste aule due classi dell'ultimo anno, 44 studenti, sono state collocate  presso un terzo plesso (in Via Oddi) con tutte le problematiche connesse al caso: sorveglianza degli alunni e necessità di trasferimenti per l'utilizzo di laboratori e della palestra che rimangono collocate presso la sede di Via Giro del Cassero, difficoltà nella costruzione degli orari tra docenti che si devono spostare tra tre diversi plessi, frantumazione della vita sociale degli alunni nei momenti aggregativi, costi economici dovuti all'approntamento e all'affitto della nuova sede.

Inoltre, una prima classe risulta essere una “classe pollaio” - con circa 30 studenti - in quanto non è possibile, nonostante l’organico docente sufficiente, praticare il modello di didattica Finlandese Modi-Mof che prevede sdoppiamento e articolazione della classe per un determinato numero di materie.

Dopo anni di discussione tra le parti interessate, Presidenza del Liceo Laurana-Baldi, Provincia di Pesaro Urbino, Comune di Urbino e Accademia delle Belle Arti non si è ancora giunti alla restituzione delle aule al Liceo delle Scienze Umane.

La provincia ha nel frattempo inoltrato al competente Tribunale di Ancona un'istanza di sgombro a carico dell'Accademia delle Belle Arti, ma i tempi delle udienze saranno lunghi e l'attività didattica si dovrà invece svolgere non solo in modo adeguato sotto il profilo qualitativo ma anche con tempi diversi da quelli che serviranno alla conclusione dell'iter giudiziario.

Per questo ti chiediamo di sostenere e diffondere la petizione in favore degli studenti del Liceo delle Scienze Umane Baldi di Urbino affinché vivano la loro esperienza formativa in un unico plesso.

Vuoi saperne di più ? Clicca qui http://www.liceolaurana.edu.it/wp-laurana/baldixtutti/