I DIRITTI CIVILI E SOCIALI AI CITTADINI No al centro immigrati al Sangrila ` di Fuscaldo

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Sulla nuova gestione che ha rilevato la struttura del Sangrila ` hotel di Fuscaldo marina ( cs)   ci sono troppi misteri e molta riservatezza istituzionale .

Sta  Di fatto ,  che negli ultimi periodi si aggirano nei dintorni e all'interno della struttura,  troppi personaggi legati alla gestione dei centri immigrati .  Da questo è nato nei cittadini di Fuscaldo il serio sospetto che la struttura possa essere trasformata in un centro immigrati  , di conseguenza, sarebbe la fine del turismo e la fine dell'economia locale , in quanto, la struttura anche se non a norma al momento   potrebbe rientrare nelle misure previste   con una lieve ristrutturazione e dopo essere messa a disposizione della prefettura di Cosenza . Attraverso la parola chiave "EMERGENZA MIGRANTI "  andrebbe a godere della DEROGA alle norme strutturali e di conseguenza ,  pronta per ospitare immigrati  fino ad un numero di 600 in quanto ,  la struttura è in grado di ospitare tale numero per capienza e posti letto  .   Un grande business per chi gestirà, ma allo stesso tempo, un grande fallimento per la comunità Fuscaldese che vive e spera nella sopravvivenza  attraverso il  turismo . 

Qualunque sia la finalità del progetto della nuova gestione deve essere pubblico e sposarsi con l'armonia e la volontà popolare, il turismo è la linea da seguire, oppure altre attività dirette allo stesso ,  in modo da dare benefici e benessere a tutta la comunità Fuscaldese ivece dei soliti noti  .

Il sindaco deve farsi carico della problematica ,  con norme studiate insieme alla giunta comunale  e  documenti ufficiali vietando severamente che la struttura venga finalizzata a centro immigrati . In quanto, Fuscaldo ha già la quota di immigrati di 50 unità,  che sono ospitati in località Lago e che risultano  di numero superiore di 30 unità ,  in base alle quote Sprar  stabilite che sono di 2,5 immigrati ogni mille abitanti residenti  e da quanto risulta dai dati anagrafici ufficiali ad oggi , i residenti a Fuscaldo sono  8078   cittadini e di conseguenza la quota non doveva essere superiore a 20 immigrati  .   A maggior ragione , siccome si è già commesso un abuso ai danni dei cittadini di Fuscaldo rifiutiamo ogni altro inganno .  Pertanto  come dichiarato alla stampa locale  , da parte del sindaco Ramundo , non vi è alcuna possibilità di ospitarne altri   . A conferma di tali dichiarazioni i cittadini di Fuscaldo insieme ai turisti e proprietari di abitazioni nel comune di Fuscaldo   e che pagano i tributi delle abitazioni  all'ente amministrativo ,  chiediamo insieme ,  che venga accolta la nostra richiesta e nello stesso tempo attuata  in modo da non avere dubbi, problemi oppure incertezze  nel merito specifico  . 

 

 

DAI CITTADINI DI FUSCALDO  ALL'ATTENZIONE DEL SINDACO GIANFRANCO RAMUNDO  E DELLA GIUNTA COMUNALE DI FUSCALDO  

 Fuscaldo è di tutti i cittadini e non dei soliti noti, che possono decidere in modo anomalo e nascosto , il futuro della nostra comunità  solo ed esclusivamente per gli interessi econonomici di pochi , rovinando su un' intera comunità  per  I propri interessi economici .  Per superare ogni dubbio abbiamo deciso di lanciare questa petizione, mettendo al sicuro l'esito positivo della volontà popolare , onde evitare altre direzioni, che protrebbero essere causa  solo di  disagio sociale  e danno economico legato all'indotto turistico  .     

I cittadini di Fuscaldo non vogliono che questo avvenga e annunciano che difenderanno uniti  i progetti e i programmi turistici, escludendo da questi  il possibile inserimento di immigrati presso tale struttura, in quanto,  ritenuto in netto contrasto con il progetto di sviluppo economico  sociale  legato al turismo .

Pertanto, invece di fare finta di non sapere nulla    chiediamo  che sia trattato come  argomento di discussione in consiglio comunale e che sia finalizzato con conseguente delibera comunale .

Atto nel quale sia dichiarato in modo chiaro e specifico ,    il divieto di esercitare nella struttura ex Sangrila ` hotel la gestione degli immigrati, secondo volontà popolare e per tutelare l'indotto economico legato al turismo,   in modo da dare sicurezza e certificazione ai cittadini di Fuscaldo .  Anche se  la verità venisse nascosta fino alla fine, noi che amiamo Fuscaldo diciamo NO al progetto Sangrila ` per gli immigrati  . 

A scanzo di equivoci , in modo da non avere dubbi o incertezze  . Non è che per gli interessi di pochi imprenditori  in cerca di rivalsa economica , attraverso le loro amicizie di politici   in cerca di business  e con lo stesso obiettivo, possiamo noi cittadini di Fuscaldo pagarne le amare conseguenze  . 

Il progetto Sangrila ` hotel deve essere attuato per il turismo e per lo sviluppo economico di tutta la comunità Fuscaldese .

Pertanto Chiediamo  al sindaco Gianfranco Ramundo e alla giunta comunale di Fuscaldo,  di seguire questa linea , altrimenti prenderemo le dovute precauzioni per salvaguardare l'equilibrio sociale , anche  attraverso  presidi fissi di protesta volti a raggiungere il nostro obiettivo .  Inoltre dichiariamo che ,  difenderemo con ogni mezzo legale e civile tale volontà, per salvaguardare il flusso economico legato al turismo .  

Iniziamo con  la raccolta firme on Line che in termini di legge è ammessa e ha validità e valore legale  . Grazie a chi sposerà questa povera ma , nobile causa 



Oggi: Francesco conta su di te

Francesco Tutino ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Gianfranco Ramundo : No al centro immigrati al Sangrila ` di Fuscaldo". Unisciti con Francesco ed 526 sostenitori più oggi.