No alla Direttiva Bolkestein per il commercio su aree pubbliche

No alla Direttiva Bolkestein per il commercio su aree pubbliche

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 2.500 firme!

Questa petizione nasce dall’esigenza di salvare 12000 imprese,commercianti su aree pubbliche,dal Comune di Roma,dove la Sindaca Virginia Raggi sceglie di applicare la direttiva Bolkestein,superando la legge Nazionale che escludeva il comparto,e ancor più gli stessi lavoratori si ritroverebbero con meno diritti degl’altri cittadini in quanto in nessuna altra città D’Italia la direttiva è in esecuzione.12000 imprese uccise,12000 famiglie rovinate,insieme agli stretti familiari.aiutateci a gridare l’ingiustizia con le Vostre firme.SALVATECI FIRMATE NO BOLCKESTAIN!!!!!!SALVIAMO LE ROTAZIONI ROMANE!SALVIAMO I MERCATI SETTIMANALI!LE EDICOLE!I FIORAI!arrivati ad una quota di firme importanti la petizione sarà inviata al Ministro GIANCARLO GIORGETTI ed al MINISTERO DELL’ECONOMIA E SVILUPPO.Non è possibile che un Sindaco sovverta e superi le Leggi Nazionali che danno parità diritti a tutti i cittadini.no alle ingiustizie,firma anche se solo ravvedi un senso di giustizia ed equità a ciò che abbiamo spiegato.Salva gli AMBULANTI DI ROMA.NO BOLCKESTAIN

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 2.500 firme!