Vittoria

Dacci una mano a mantenere l'acqua e la montagna di Geraci in mano a tutti i geracesi.

Questa petizione ha creato un cambiamento con 103 sostenitori!


Giù le mani dalla nostra Montagna!!!

Opposizione all’istanza di proroga della concessione di acqua minerale denominata “Pizzo Argentiera”.

La società “Terme S.p.A.”, scaduta l’attuale concessione che gli ha consentito di sfruttare l’acqua oligominerale scaturita dalle sorgenti Piano Lungo 1 e Fegotti-Castagneto, lo scorso 31 Ottobre 2013 ha fatto istanza di proroga della concessione di acqua minerale all’Assessorato Energia.

La richiesta prevede:

“ la proroga per anni 30 della concessione mineraria denominata Pizzo Argentiera, l’utilizzo di tutta la portata emungibile della stessa e prioritariamente, in correlazione alla capacità produttiva dell’impianto esistente, di 11 litri di acqua minerale al secondo ” .

Ma stavolta le sorgenti inserite nella richiesta non riguardano soltanto quelle dell’attuale concessione, ma alle sorgenti Piano Lungo 1 e Fegotti-Castagneto, la società “Terme SpA”, ha aggiunto la richiesta di sfruttamento di altre 6 SORGENTI: Piano Lungo 2, Vaccaria 1, Vaccaria 2, Vaccaria 3, Spataria, e Fegotti 2 o Palummaro, ed ancora Dell’Occhio, Pietra Giordano I, Pietra Giordano II, Gorgo Nero, Iazzo Scala I e Iazzo Scala II” oggetto della richiesta di ampliamento della concessine tutte ricadenti su terreni del Demanio Comunale gravati da uso civico.

Se l’Assessorato all’Energia concedesse queste concessioni alla Società Terme S.p.A amministrata dal Sig. Giuseppe Spallina, questo provocherebbe un forte disagio a tutta la cittadinanza.

La diminuzione dell’approvvigionamento e possibile interruzione del servizio idro-potabile alla popolazione geracese da sorgenti storicamente utilizzate dal Comune.

La limitazione dell’esercizio dell’uso civico nel demanio montagna utilizzato prevalentemente per l’esercizio del pascolo che le numerose aziende zootecniche locali utilizzano dietro pagamento di un canone annuo al Comune, provocando un grave danno economico alle aziende che attualmente usufruiscono dei benefici delle misure 212, 213 e 214 del PSR Regione Sicilia 2007/2013 con impegno pluriennale.

La mancata realizzazione dello SVILUPPO TERMALE. Poiché nell’istanza di rinnovo prodotta si diffida a non rilasciare ad altri alcuna concessione in tutto il territorio di Geraci con l’obiettivo di fatto di bloccare qualsiasi iniziativa che possa dare attuazione alle attese di sviluppo della popolazione geracese.

Sarebbe la prima volta che si privano i cittadini di un bene primario come lo è l’acqua naturale per darla ad un privato che la sfrutta ad esclusivo uso personale al solo fine di ricavarne profitto.

PERTANTO:

LOTTIAMO E FORMIAMO UN COMITATO POPOLARE APERTO A TUTTI COLORO CHE INTENDONO DIFENDERE

LA PROPRIA ACQUA.



Oggi: Gaetano conta su di te

Gaetano Scialabba ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Geracesi di tutto il mondo: Dacci una mano a mantenere l'acqua e la montagna di Geraci in mano a tutti i geracesi.". Unisciti con Gaetano ed 102 sostenitori più oggi.