Vittoria

Appello per il 75° anniversario del bombardamento del 19 luglio 1943 su Roma.

Questa petizione ha creato un cambiamento con 501 sostenitori!


Il 19 luglio 2018 sarà il settantacinquesimo anniversario del primo bombardamento su Roma durante la seconda guerra mondiale. Un evento particolarmente tragico per il quartiere di San Lorenzo che vide perire in poche circa duemila concittadini, migliaia di feriti, una porzione della città santa ridotta in macerie. Una devastazione che ha lasciato il segno in coloro che vissero quei lutti, uno strazio che colpì mortalmente una comunità popolare che era nata e cresciuta parallelamente a Roma capitale d’Italia.Un quartiere da ritenersi il primo di origine operaia e artigiana nella capitale post-unitaria, che fino a quella triste data era conosciuto e riconosciuto nella storia cittadina per identità amante della libertà e di fiera opposizione al regime fascista fin dal suo affermarsi. Rivolgiamo un appello alle Pubbliche Istituzioni affinché quest’anno sia l’occasione per realizzare azioni e realizzazioni che vadano oltre il momento meramente celebrativo. Riteniamo che sia urgente lasciare tracce di memoria a beneficio delle nuove generazioni e di quelle future.

1.       Realizzazione di un Archivio della Memoria e della Storia di San Lorenzo che riunisca in un unico luogo i materiali che sono disperse tra privati e nei faldoni pubblici; un patrimonio che rischia di essere disperso per sempre.  

2.       Percorso della memoria, con pietre d’inciampo  e targhe commemorative, finalizzato alla conoscenza dei nostri concittadini che sono caduti per liberare l’Italia dal nazi-fascismo e coloro che si sono contraddistinti per tale scopo all’interno della comunità:da coloro che furono trucidati alle Fosse Ardeatine quali Manlio Gelsomini e Nicola Ugo Stame, ai fratelli Favola fucilati in quanto Partigiani nel reatino, a Orfeo Mucci dirigente della più importante formazione partigiana a Roma, alle Suore dell’Orto in via dei Salentini che salvarono oltre centocinquanta concittadini ebrei destinati ai Campi di concentramento.

3.       Una targa commemorativa a Padre Libero Raganella, sacerdote sanlorenzino che, a rischio della propria vita e dei Padri Giuseppini del Murialdo, nascose centinaia di concittadini ebrei altrimenti destinati ai campi di concentramento.

4.       Destinare delle borse di studio rivolto agli studenti dell’Istituto Comprensivo di via Tiburtina Antica e del L.C. Machiavelli alla memoria Mario Sanfilippo e Cesare De Simone, due autori, l’uno storico e l’altro giornalista, che hanno tramandato la storia del quartiere e del bombardamento attraverso le loro opere.

5.       Riqualificazione del Memoriale alle vittime del bombardamento all’interno del Parco Caduti 19 luglio 1943 realizzato nel 2003 e mai più revisionato dove sono evidenti i danni provocati dal tempo e da gesti vandalici.

6.       Realizzazione di un volume della memoria da destinare alla popolazione e agli studenti del territorio comprendente i nominativi delle vittime accertate dal bombardamento.

Dalla conoscenza e dalla memoria collettiva si può costruire una società migliore. Facciamo ciascuno la nostra parte.

Noi ci siamo!



Oggi: rolando conta su di te

rolando galluzzi ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Francesca Del Bello: Appello per il 75° anniversario del bombardamento del 19 luglio 1943 su Roma.". Unisciti con rolando ed 500 sostenitori più oggi.