come promotore referendum 1989 abolizione art. 842 CC chiedo di riproporre referendum

come promotore referendum 1989 abolizione art. 842 CC chiedo di riproporre referendum

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Natour biowatching ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a forze politiche al governo che dicono di voler tutelare ambiente e diritti

L'Italia è l'unico paese al mondo in cui i cacciatori a differenza dei comuni cittadini possono entrare senza permesso nei terreni agricoli altrui. Questo in base all'art. 842 del CC che fu introdotto durante il fascismo dalla Legge Acerbo "per abituare il popolo all'uso delle armi". Oggi tutto il territorio è cacciabile con eccezione delle oasi e questo mette in pericolo escursionisti, cercatori di funghi, turisti e gli stessi cacciatori. Se nel 90 avessimo raggiunto il quorum del 50+1 e non il 44% circa, avremmo capovolto il concetto e tutto il territorio sarebbe diventato protetto eccetto zone di caccia. La lobby armieristica  riuscì a fare stare a casa buona parte degli elettori (con una pubblicità milionaria) e a far fuori dalla scena pubblica i naturalisti che si erano battuti per la causa. Anche dopo, come se nulla fosse accaduto, ci si limitò a una nuova legge sulla caccia e questo nonostante avessero votato per noi 18 milioni di italiani. Bisognerebbe abbassare il quorum che rende valido un referendum e riproporre il quesito. Quello che feci nel passato spedendo buona parte della mia vita (purtroppo mal ripagata dalla Lipu di cui ero Segretario generale) per la causa, lo rifarei subito senza esitazioni anche oggi.

                                          Francesco Mezzatesta 

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!