Salviamo Furia il cavallo di Serra Riccò (Ge)

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Molti abitanti di Serra Riccò sono indignati e impotenti di fronte ad un vero maltrattamento di un povero cavallo della zona.
Furia, è costretto a vivere permanentemente in una piccola  baracca in penombra, in carenti condizioni igienico sanitarie da molti anni.

Furia è recluso senza colpe, senza la possibilità di un adeguato esercizio fisico (i cavalli devono per regolamento effettuare una sgambatura di almeno 3 ore al giorno in almeno 200 mt/q,) senza poter interagire con altri animali, senza lo spazio adatto alle sue caratteristiche etologiche;

Il caso, è all’attenzione delle guardie zoofile, ed é in fase di lavorazione

Chiediamo alle autorità competenti di intervenire e accertare i requisiti dell'ubicazione, dei mezzi destinati alla detenzione e delle condizioni igieniche..

Alcune persone sensibili avrebbero già trovato una sistemazione per Furia dove possa passare felice gli ultimi suoi anni felice e dimenticare la sua vita di prigionia...



Oggi: giovanni carlo conta su di te

giovanni carlo forner ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Forner Giancarlo: Salviamo Furia il cavallo di Serra Riccò (Ge)". Unisciti con giovanni carlo ed 294 sostenitori più oggi.