FIRMA per Chiedere BUS a BASSO IMPATTO AMBIENTALE per il Trasporto Pubblico Scolastico

FIRMA per Chiedere BUS a BASSO IMPATTO AMBIENTALE per il Trasporto Pubblico Scolastico

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Comitato Impatto Zero ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Luigi De Magistris (Sindaco di Napoli) e a

Premesso che lo scorso 10 Ottobre 2019 il Consiglio dei Ministri  ha approvato il Decreto Legge n° 111/2019  (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 15 Ottobre 2019),  lo stesso introduce misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla Direttiva 2008/50/CE per la qualità dell'aria per la quale già dal 2014 il nostro paese è incorso in n° 2 infrazioni comunitarie: la 2147/2014 e la 2043/2015.

Il Comitato per la difesa dell'ambiente e della salute pubblica, per la valorizzazione e la promozione del Territorio e del Trasporto Sostenibile denominato “IMPATTO ZERO”, costituito e sostenuto da cittadini attivi, con il presente documento sottoscritto, vuole ribadire l'importanza dello stanziamento per i Comuni con particolari livelli di inquinamento che realizzano o implementano il trasporto scolastico dei bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria statale e comunale attraverso mezzi di trasporto ibridi elettrici o non inferiori a euro 6, immatricolati per la prima volta dopo il 31 agosto 2019.

L'occasione storica offerta dal Decreto n° 111/2019 che apre le porte ad un New Deal Ambientale, richiede un formale impegno da parte della Città Metropolitana di Napoli, dal suo Sindaco e da parte dell’ amministrazione di un territorio, che conta 92 Comuni e oltre 3 Milioni e 200 mila abitanti. Tale impegno che mira alla redazione di progetti ai fini dell'ottenimento di fondi per l'acquisto di speciali mezzi di trasporto pubblico, va inquadrato nell'ottica dell'abbattimento delle polveri sottili e più in generale degli inquinanti atmosferici .

Si pensi che tra i benefici che se ne trarrebbero dalla realizzazione di progetti di tale portata ci sarebbero in particolare:

1)     La diminuzione della congestione veicolare dovuta ad un sostanzioso abbattimento della circolazione di mezzi privati

2)      L'abbattimento  delle emissione atmosferiche

3)      L'acquisizione da parte delle amministrazioni Comunali o infra Comunali di mezzi conformi alle più recenti Norme per la sicurezza dei bambini/scolari

4)      La sostenibilità ambientale

5)      L'aumento dei servizi ai cittadini

Tra l'altro il Decreto n° 111/2019 ha stanziato :

un fondo per finanziare progetti di creazione, prolungamento, ammodernamento di corsie preferenziali di trasporto pubblico locale,  che rappresentano una fondamentale leva per il vero ripensamento della caotica urbanizzazione e viabilità metropolitana.

In ragione di tutto quanto sopra premesso i presenti sottoscrittori della iniziativa

CHIEDONO

formalmente al Sindaco della Città Metropolitana di Napoli di adoperarsi al fine di una concreta sensibilizzazione per la presentazione di progetti, in tutti quei Comuni della Città Metropolitana interessati dal provvedimento legislativo ,tesi alla introduzione dei nuovi veicoli (a basso impatto) per il trasporto pubblico dei giovani scolari presso i  plessi scolastici esistenti e per la progettazione/riprogettazione, realizzazione, prolungamento e miglioramento delle nuove o già esistenti Corsie preferenziali.

Primi Firmatari

Rosario Pugliese, Luigi Napolitano, Biagio Spinelli...seguono altri

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!