La Torrecupola non inquina e consuma meno territorio. Firma la petizione per realizzarla.

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


AL MINISTERO DELL'AMBIENTE 

AL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

A QUERCUS ASSETS SELECTION

AD ENEL GREEN POWER

AL GRUPPO TERNA RETEITALIA

ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE SARDEGNA

SI CHIEDE DI PROMUOVERE IL BREVETTO ITALIANO n. 0001417552 del 18/08/2015 "Torre-cupola eolica chiudibile" di Catello Raffaele Filippo Monaco.(Pubblicazione WIPO: WO 2014/184732 1. Pubblicazione USA: US 2016/0097372 Al Apr. 7, 2016. Pubblicazione UE: EP 2997254 23.03.2016. Pubblicazione Cina:CN 105164408 A  2015.12.16 Pubblicazione Hong Kong: 1218438A 17 February, 2017).

Donazione di 10 euro.

Le spese per lo sviluppo del progetto sono enormi, potete aiutarmi donando 10 euro tramite il link seguente: https://www.paypal.me/DonazioneTorrecupola/10 

PERCHÈ FIRMARE

 La Torrecupola è una centrale elettrica che trae   energia dal vento e dal sole, anziché dalla combustione di gas o carbone.

L'aumento dell'elettricità da fonti pulite che si avrebbe consentirebbe di produrre senza inquinamento la maggiore corrente necessaria in futuro, anche per le auto elettriche.

Resistendo a venti anche molto forti, dà più resa e consuma meno territorio rispetto alle pale eoliche e al fotovoltaico posto a terra.

Essa permette pieno controllo della produzione, accumulo e distribuzione della corrente,  facile manutenzione in loco e dimensioni adatte al bacino di utenza, consentendo un uso diretto ed autonomo della corrente prodotta.

Disponendo di un sito ventoso il costo dell'energia da essa prodotta sarà circa un decimo delle bollette attuali.

Ciononostante essa è osteggiata da chi ha interessi nelle tecnologie esistenti, cioè le centrali a combustibile e le pale eoliche, che portano ad un monopolio privato sull'energia, con prezzi esorbitanti, come sta avvenendo anche con l'acqua.

Pertanto se questa invenzione non sarà voluta e difesa dalla gente, verrà ignorata.

IL PROGETTO

La Torrecupola è una turbina ad asse verticale, che, spinta dal vento, gira come una giostra. La parte che gira (rotore) è formata da una torre a pale verticali apribili (esterne in rosso) e fisse (interne in verde) sormontata da una cupola a spicchi apribili e pale fisse interne. Il rotore è contenuto e incapsulato in una culla verticale orientabile al vento (in bianco), che non è spinta dal vento e non gira. Rotore e culla poggiano su una centrale elettrica sottostante nella quale si innesta l'albero verticale centrale del rotore che girando all'interno di un generatore posto a terra produce corrente.

Anche la cupola è dotata di un suo generatore e, a seconda dell'intensità del vento, cupola e torre sono disconnettibili per avere la massima resa.

Nel link seguente appare l'immagine di una Torrecupola vista da sopravento. Il timone e la culla (in bianco) sono allineati al vento. Il vento, proveniente dalle nostre spalle, scivola sulla parte destra chiusa della torre (in rosso) e spinge le pale aperte a sinistra. La torre gira da destra a sinistra e le pale si aprono passando dietro lo scudo bianco centrale della culla. http://www.lino-monaco.com/.

Vedi animazioni https://www.youtube.com/channel/UC8-sPwrDWDAop7hHQGdncgw/videos

La Torrecupola, rispetto alle turbine esistenti, sia ad asse verticale che orizzontale (pale eoliche), presenta i seguenti vantaggi:

• Realizzabile, a seconda del bacino di utenza, in piccole o grandi dimensioni e potenze, per case o comunità, con diametri da 1 metro fino a 1000 metri.

• Freno nullo sul lato della torre che risale il vento. Infatti le pale esterne della torre, ruotabili su se stesse su comando della culla orientata al vento,  si aprono sopravento e si chiudono sottovento. Pertanto, da qualunque direzione provenga il vento, esso trova alla sua destra le pale chiuse e alla sua sinistra quelle aperte. La grande superficie e rigidità delle pale aperte raccoglie una grande spinta dal vento, mentre quelle chiuse che risalgono il vento sul lato opposto della torre non ne frenano la rotazione, perché si dispongono concatenate a formare un semicilindro, il quale ruota lungo se stesso mantendosi immutato, senza offrire appigli al vento.

• Elevata resistenza al ribaltamento, dovuta alla culla, e bassi giri permettono un vento massimo sopportabile dalla struttura molto alto e conseguente spinta molto grande in caso di vento forte.

•  Inclinazione delle pale adattabile all'intensità del vento e cupola e singoli piani della torre chiudibili al vento separatamente, permettono di mantenere o modulare la produzione di corrente.

• Ulteriore energia rinnovabile, indipendente dal vento, prodotta dai pannelli solari posti sul tetto della cupola, a calotta sferica, che prende il sole da tutte le parti.

• Inacessibilità agli uccelli, tramite una rete che avvolge la culla, che non ruota.

• Silenziosità grazie al basso numero di giri e levitazione magnetica del rotore.

• Possibilità di chiusura totale al vento di tutta la Torrecupola, in caso di tornado o per manutenzioni. La torre diventa un cilindro, la cupola una sfera, e la rotazione si ferma anche in presenza di vento, senza gravare  sui freni.

• Centrale elettrica autonoma sottostante per l'accumulo, la trasformazione e la distribuzione della corrente elettrica, con generatore elettrico di qualunque peso poggiante per terra.

Giudizio che ne ha dato sulla pagina f.b."Gangway di Lino Monaco" il prof.Ing. Fabio Massimo Frattale Mascioli: "sono sempre stato un sostenitore dell'eolico ad asse verticale....qui siamo all'apoteosi!". 24 maggio alle ore 7:28.

Tutti i disegni e i dettagli del progetto sono sul sito:

http://www.lino-monaco.com/

 Per acquistare licenze del brevetto italiano, scrivere all'indirizzo mail:

catellomonaco@tin.it

Catello Raffaele Filippo Monaco



Oggi: Catello conta su di te

Catello Monaco ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Firma la petizione e se puoi dona!". Unisciti con Catello ed 4.032 sostenitori più oggi.