VARIANTE AL MEGALOTTO 6 S.S. 106 - PROVINCIA DI CROTONE

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Il territorio del crotonese risulta attualmente privo di adeguate infrastrutture di trasporto e comunicazione che possano soddisfare le esigenze minime di mobilità dei residenti. Tale carenza risulta anche essere freno allo sviluppo del territorio ed accelera il fenomeno dell’emigrazione verso altre province o regioni. Pertanto è necessario attuare idonee misure volte a dotare la Provincia di Crotone delle necessarie infrastrutture.

 I dati elaborati dall’ “Osservatorio sulla Mobilità e Sicurezza Stradale” della Regione Calabria, evidenziano che i cittadini crotonesi percorrono la S.S.106, facendo registrare, lungo il tratto Crotone-Catanzaro, una frequenza di passaggi di molto superiore a quella sostenibile da un tracciato a singola corsia per senso di marcia, con attraversamento dei centri abitati.

Nasce per questo, la proposta di “Variante al Megalotto 6 della S.S.106”. Un nuovo tracciato, che l’Ordine degli ingegneri della Provincia di Crotone, aderendo alla richiesta di osservazioni al nuovo “Quadro territoriale regionale per le infrastrutture”, ha ideato e già fornito alla Regione, per mezzo del presidente pro-tempore dell’Ordine degli ingegneri di Crotone, Antonio Bevilacqua. Un tracciato lungo appena 22 Km, alternativo a quello della SS 106 su cui si potrebbe spostare il traffico veloce e pesante lasciando all’attuale tracciato della SS 106 solo il traffico veicolare quello turistico, panoramico, leggero ed agricolo. Il tracciato, spostato più all’interno rispetto alla linea di costa più frastagliata e più lunga, consentirebbe anche ai comuni più interni come Mesoraca, Petilia Policastro, Cotronei, Petronà, Marcedusa, Roccabernarda, San Mauro Marchesato, Scandale, Santa Severina, Cutro, un rapido collegamento ai due grossi centri abitati di Crotone e Catanzaro ed un forte impulso allo sviluppo economico e sociale del territorio. Li escluderebbe da un isolamento che dura ornai da troppo tempo. Questa importante arteria incrocerebbe la “Strada provinciale del mare”, in costruzione, nei pressi della vecchia stazione della FCL Cutro-Scandale che diventerebbe il baricentro stradale della parte sud della provincia di Crotone. Raggiungere direttamente lo svincolo Passovecchio permetterebbe di collegarsi al tratto di strada sulla SS 106, già esistente da circa 20 anni, di lunghezza 6 Km (Passovecchio Gabella Grande) una Superstrada Extraurbana Principale di 1° categoria con limite di velocità di 110 Km/h in quanto dotato di 4 corsie e spartitraffico centrale. Pertanto, con 360 Milioni di Euro si avrebbero ben 51 Km di nuova S.S. 106 di Superstrada veloce a 110 Km/h Extraurbana Principale di 1° categoria, lasciando inalterato l’attuale tracciato già messo in sicurezza per il traffico leggero, turistico e agricolo. La distanza del tratto stradale Crotone-Catanzaro si ridurrebbe di ben 14 Km, la velocità di percorrenza aumenterebbe da 70 Km/h a 110 Km/h, la sicurezza stradale migliorerebbe concretamente in quanto si dividerebbe il traffico tra pesante e leggero e tra veloce e lento a tutto vantaggio di una popolazione di circa 500.000 abitanti che gravita attorno a tale strada. Premesso tutto ciò su impulso del “Comitato Crotone Nuova SS106 ADESSO”, noi sottoscrittori chiediamo che la Regione Calabria si attivi per la realizzazione di questa proposta:

-  istituisca un tavolo di confronto con ANAS, Provincia di Crotone, Comuni interessati dalla proposta e questo Comitato

-  individui e renda disponibili idonei fondi necessari alla progettazione della variante proposta

-  si faccia promotrice del progetto, presso il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, per la più rapida realizzazione.



Oggi: Giuseppe conta su di te

Giuseppe Miletta ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "FIRMA ANCHE TU: VARIANTE AL MEGALOTTO 6 S.S. 106 - PROVINCIA DI CROTONE". Unisciti con Giuseppe ed 3.467 sostenitori più oggi.