Stazione TAV a Cassino (FR) #BuonsensoTAV

Stazione TAV a Cassino (FR) #BuonsensoTAV

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.

Alessio Carlino
Alessio Carlino ha firmato questa petizione

FIRMIAMO PER FAR REALIZZARE LA NUOVA STAZIONE TAV A CASSINO (FR).

Il 23 aprile u.s. si è tenuta presso la Regione Lazio alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, del Presidente della Regione Lazio e dell’Assessore alla Mobilità ed alle Infrastrutture una conferenza stampa in cui Ferrovie dello Stato Italiane ha presentato uno stralcio del Piano Industriale del gruppo FS con focus sulla regione Lazio.

Nell’occasione è stato mostrato anche un documento riportante alle pagine 11 e 12 un render illustrativo della possibile futura nuova stazione TAV a Ferentino (FR).

In pratica davanti ad una platea politica “di peso” FS, per il tramite del suo Amministratore, si è impegnata a realizzare una nuova stazione del treno ad alta velocità a Ferentino.

Di solito si recepisce positivamente un investimento del genere, ma stavolta è giusto far presente che l’area geografica individuata per l’infrastruttura non è quella giusta.

Come si sa il TAV Tra Roma e Napoli, che distano 204 km, non fa fermate e non ha stazioni. Di conseguenza un’eventuale area di fermata attrezzata dovrebbe essere fatta all’incirca a metà strada e non spostata esageratamente verso nord (Ferentino dista da Roma solo 66 km).

Alcuni dati.

·         Distanza tra Roma e Napoli: 204 km;  tra Roma e Ferentino: 66 km;  tra Roma e Cassino: km 119.  È da valutare anche la distanza tra Napoli e Cassino che è di 83 km e tra Napoli e Ferentino: 136 km.

·         Tempi di percorrenza medi treno classico tra Roma e Ferentino: 1 ora e 10 min;  tra Roma e Cassino: 3 ore.

Se si volesse usare il #buonsensoTAV solo la lettura di questi dati dovrebbe indurre i decisori a realizzare una stazione nell’area geografica del cassinate in modo da poter avere il massimo risultato in termini di copertura di area geografica e di potenziali fruitori del servizio.

Con una stazione TAV nel cassinate verrebbero serviti molti bacini di utenza (alto casertano tramite via Casilina, provincia di Isernia dalla Stata Statale 6 dir, la Valle di Comino ed il sorano con la SR509 e il litorale pontino e domizio).

Tutte zone che verrebbero escluse se si continuasse a seguire la strada fin qui tracciata da una politica poco attenta alle reali necessità del territorio.

A detta dell’Amministratore di FS (Sistemi Urbani), che ha risposto ad alcune nostre domande, “il Protocollo sottoscritto con la Regione Lazio prevede l’istituzione di un Gruppo di Lavoro in ambito RFI che, con proprio personale tecnico e specializzato di settore, esplorerà tutte le possibili alternative, per individuare la migliore soluzione in termini di costi/benefici e di bacino di utenza potenzialmente interessato nel breve, medio e lungo periodo”.

È quindi necessario che noi tutti facciamo sentire la nostra voce per sensibilizzare quanto più possibile le scelte di FS affinché siano scelte di #buonsensoTAV.

Ne va dello sviluppo di un intero territorio e dell’opportunità di spostamento delle future 3 generazioni.

È da sottolineare che questa non è un’iniziativa contro i ferentinati (o ferentinesi) a cui ci sentiamo legati per tradizioni e storia del territorio, ma una voglia di far valere il buon senso nelle decisioni che contano.

Sarebbe ancora più bello se la politica decidesse di realizzare due stazioni del TAV: in prima istanza una nel Cassinate e una a Ferentino.

Tutte le info e gli aggiornamenti qui: https://www.alessiocarlino.it/buonsensotav/