PETIZIONE CHIUSA

Fermiamo la violenza contro i monumenti viventi di Rovigo prima che sia troppo tardi

Questa petizione aveva 460 sostenitori


18/05/2016 - A Rovigo alberi come birilli (aggiornamento)
26/02/2016 - Sindaco, dimostri la sua forza e si prenda un impegno concreto: piano del verde condiviso, entro GIUGNO 2016. (leggete l'aggiornamento)

Tra pochissimo (tra il 24 e il 28 febbraio), nella nostra Rovigo, si perpetrera' un atto di violenza.
Alcuni dei nostri monumenti piu' belli e antichi verranno deliberatamente distrutti, come gia' successo in un passato non poco recente.
Pezzi della nostra storia che hanno visto crescere la citta' intorno a loro saranno demoliti.
E tutto questo perche'?
Perche' invece di essere fatti di cemento, o ferro, o mattoni, sono invece VIVI!
Vivi e, dicono, malati.
Un po' come abbattere il monumento a Garibaldi, nella piazza omonima, perch? il cavallo ha una zampa rotta!
Un po come segare il leone di San Marco in Piazza Vittorio perche' gli si e' spezzata un'ala!

Parliamo dei monumentali e centenari platani di Viale Regina Margherita che "l'assessore al taglio degli alberi" Gianni Antonio Saccardin ha deciso di tagliare senza fornire informazione alcuna alla popolazione.
I cittadini ne vengono a conoscenza a distanza di pochissimi giorni e solo per via della pubblicazione della modifica temporanea della viabilita' nella zona!!

Su richiesta specifica ci viene detto che l'intervento e' necessario per via della malattia di questi alberi, segnalata da una fantomatica societa' (ma quale? magari la stessa che si occupera' dell'intervento?) e che sono gia' stati fatti tutti i permessi necessari...

Quindi questo intervento e' previsto da lungo tempo e i cittadini non sono stati avvertiti?!

E per quale motivo i permessi non sono stati resi pubblici cosicche' la popolazione possa espletare il normale e dovuto controllo sulla regolarita' del processo?

E, da come si evince da articoli locali, come e' possibile che si sia previsto il contestuale intervento di potatura quando la legislazione lo vieta espressamente in vicinanza di alberi malati??

Come e' possibile che l'amministrazione comunale provveda all'abbattimento di alberi secolari senza avere un regolamento del verde?


Chiediamo che il Comune di Rovigo:

  • fermi immediatamente l'iter per l'abbattimento;
  • renda pubblici i documenti di autorizzazione e le perizie;
  • richieda una ulteriore perizia indipendente;
  • renda pubblico chi ha fatto la segnalazione e a quale titolo;
  • prenda in considerazione interventi alternativi all'abbattimento;
  • prima di procedere all'intervento si doti, attraverso il consiglio comunale, di un regolamento specifico per la gestione del verde.

Successivamente, nel caso si decida per l'effettiva necessita' di abbattimento:

  • renda disponibile il piano di esecuzione dei lavori e il luogo e procedura di smaltimento del materiale di risulta;
  • predisponga dei protocolli adeguati per controllare che le procedure previste per evitare il contagio di altri alberi vengano eseguite correttamente;
  • preveda un piano di monitoraggio al fine di evitare il ripetersi di queste situazioni.


Gli alberi non possono essere tagliati con cosi' tanta leggerezza!
Ancor meno se sono parte integrante e storica del territorio, cosi' come lo sono le mura, le porte, le torri della citta'!

Ci rimangono 1 o forse 2 giorni!!!

Firmate e fate firmare l'appello, ABBIAMO POCO TEMPO per salvare i nostri alberi!

?



Oggi: Nicola conta su di te

Nicola Basaglia ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Fermiamo la violenza contro i monumenti di Rovigo prima che sia troppo tardi". Unisciti con Nicola ed 459 sostenitori più oggi.