FERMIAMO IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI A VALLERANELLO IN MEZZO A CASE E SCUOLE!

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


La Regione Lazio e Città Metropolitana di Roma (ex Provincia – di cui alcuni dirigenti sono stati recentemente coinvolti in questioni giudiziarie proprio su temi legati ad autorizzazioni concesse ad aziende di smaltimento e trattamento dei rifiuti) hanno formalmente concesso autorizzazione alla società Lazio Maceri Srl, per la creazione di un impianto destinato al trattamento di rifiuti in via di Valleranello 273, nel municipio IX di Roma. Tale autorizzazione costituisce una variante al piano regolatore.
Il Comune di Roma ha espresso parere negativo sull'apertura di tale impianto motivandola con una non conformità urbanistica del sito identificato dalla ditta che ha proposto l'impianto.
NOI CITTADINI non siamo mai stati informati di queste delibere.


È bene far notare che su tale area insistono tra gli altri:
- 1 scuola elementare;
- 1 scuola media;
- 1 scuola superiore;
- l'Università Campus Biomedico (con annesso asilo);
- 1 Policlinico;
- 1 centro sportivo;
- aree destinate a verde pubblico;
- 1 B&B, 1 residence e 2 hotel;
- numerose aree residenziali costituite da ville e condomini a meno di 200 metri dal futuro impianto;


che tipizzano l'intera zona di Via di Valleranello secondo standard che MAL SI PRESTANO AD OSPITARE UN IMPIANTO PER LA LAVORAZIONE DEI RIFIUTI, sia per ragioni di carattere ambientale che di carattere logistico, dato che il pieno regime operativo dell'impianto prevede il transito quotidiano di 12 camion all'ora, per 8 ore lavorative (96 camion totali !!!), su un sistema viario che presenta già oggi numerose criticità.
Per tutelare la propria salute e non compromettere definitivamente la vivibilità della zona, alla luce dell'altissimo rischio di DANNO AMBIENTALE che potrebbe derivare da un malfunzionamento dell'impianto,coinvolgendo tutti i quartieri limitrofi (ricordiamoci di Pomezia) - Eur, Fonte Laurentina, Mostacciano, Torrino, Spinaceto, Decima, Tor De Cenci, Casal Brunori, Torrino Mezzocammino, Trigoria - il CdQ EUR VALLERANO e i cittadini residenti, tramite questa petizione popolare SI OPPONGONO al provvedimento unilaterale assunto dalla Regione Lazio e da Città Metropolitana di Roma e CHIEDONO IL SOSTEGNO di tutti voi per aiutarci in questa azione di protesta.



Oggi: Alessandro Tassa conta su di te

Alessandro Tassa Giuseppe Lucantoni ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "FERMIAMO L'APERTURA DELLA DISCARICA DI VALLERANO IN MEZZO A CASE E SCUOLE!". Unisciti con Alessandro Tassa ed 3.072 sostenitori più oggi.