Fermate i siti e le pagine Facebook che diffondono bufale in campo medico e odio razziale.

PETIZIONE CHIUSA

Fermate i siti e le pagine Facebook che diffondono bufale in campo medico e odio razziale.

Questa petizione aveva 446 sostenitori

Maurizio Perrone ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Polizia Postale e a

I siti e le pagine Facebook che diffondono falsità in campo medico e che incitano l'odio razziale con notizie strumentalizzate o false stanno aumentando la loro presenza nel Web e la loro influenza sulle persone.

Quotidianamente i gestori di questi siti e pagine diffondono bufale nel Web per soldi e/o per questioni politiche, ingannando i navigatori che non hanno gli strumenti culturali per capire quali fonti e notizie sono attendibili e quali no.

Tutto questo porta a scelte mediche discutibili e fai da te, come l'attuale pericoloso calo di vaccinazioni denunciato il 5 Ottobre 2015 dall'Istituto Superiore di Sanità che può causare morti ed epidemie che erano ormai storia, a cure alternative inefficaci contro il cancro e altre malattie gravi (ultimamente la chemioterapia è sotto attacco) che possono portare alla morte dei pazienti, al condizionamento del voto politico basato sul razzismo, su un'alterata percezione della realtà e su un'insensata anti-politica e tutta una serie di credenze "complottiste" al limite della paranoia.

Visti i recenti precedenti della chiusura del sito senzacensura.eu e denuncia al suo gestore per istigazione al razzismo, dell'interrogazione parlamentare sul sito tuttiicriminidegliimmigrati.com e della denuncia all'autore della bufala sulla diffusione dell'Ebola in Italia per turbamento dell'ordine pubblico, chiedo alle autorità competenti di continuare su questa strada in modo più incisivo e severo per fermare queste persone senza scrupoli una volta per tutte, magari con l'aiuto di nuove leggi.

PETIZIONE CHIUSA

Questa petizione aveva 446 sostenitori