Petition Closed

L'ultima riunione della giunta regionale del Lazio approva il programma integrato Divino Amore che prevede la costruzione di un complesso residenziale con centro commerciale di 480.000 metri cubi su una zona nella quale era previsto l'ampliamento del Parco dell'Appia Antica, richiesto dallo stesso Ente Parco nel Piano di Assetto e mai portato in Consiglio regionale da chi lo presiede.

Due settimane prima la notizia da roma.corriere.it il commissario del parco dei Castelli, Matteo Orciuoli, nominato dalla stessa giunta, riduce l'area salvaguardata di 2.000 ettari.

Al valore ambientale e storico dell'area va aggiunta la funzione di corridoio verde per una mobilità e turismo alternativi. In quest'ottica tutta l'area è assolutamente una risorsa insostituibile per la riqualificazione urbana e il miglioramento dei servizi nelle periferie.

La giunta ha calpestato molte regole per approvare il progetto e ignorato proposte di legge e comitati di cittadini. Non si tratta dell'unica speculazione edilizia che potrebbe danneggiare, e questa volta per sempre, gli ultimi lembi di agro romano: i cittadini denunciano le situazioni di Ciampino, Cecchignola, Marino… La lista è infinita come dimostra questa trasmissione su Raistoria: http://www.raistoria.rai.it/articoli/crash-roma-citt%C3%A0-infinita/19868/default.aspx

Oltre a chiedere quindi un intervento tempestivo per fermare questo caso emblematico e simbolico chiedo che venga analizzata l'intera situazione nazionale e prese le giuste misure perché si fermi lo scempio e si ascoltino i cittadini e le loro proposte. Proprio il mercato edilizio è anche il primo a fornire soldi reciclati alle mafie. 

Basta costruire! Valorizziamo il territorio italiano come patrimonio dell'umanità e mezzo e sorgente di una migliore qualità di vita.

Letter to
Presidenza della Repubblica Giorgio Napolitano
Ministro per i Beni e le Attività culturali Lorenzo Ornaghi
Presidenza Regione Lazio Nicola Zingaretti
Le chiedo un intervento tempestivo
1. per fermare la delibera della giunta regionale del Lazio che approva il programma Divino Amore che prevede 480.000 mq di cemento nel territorio che doveva unire il Parco dei Castelli a quello dell'Appia Antica
2. perché venga analizzata la situazione nazionale e prese le giuste misure, ascoltando i cittadini e le loro proposte, perché il territorio venga rivalutato come patrimonio comune e fonte di una migliore qualità di vita fermando il cemento.