AL FIANCO DI BRUNO SEGRE E DE L’INCONTRO W l’Incontro e W Bruno con la libertà di stampa

AL FIANCO DI BRUNO SEGRE E DE L’INCONTRO W l’Incontro e W Bruno con la libertà di stampa

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Antonio Caputo ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Federazione Nazionale della Stampa e a

Difendiamo la liberta' di stampa e di informazione !
Casaleggio fa causa a "L'Incontro", giornale torinese , fondato

71 anni fa e diretto fino al 2019  dall'avvocato Bruno Segre,  avvocato e giornalista, partigiano combattente nelle file di Giustizia e Liberta' 101enne, presidente onorario dell'Associazione Nazionale del Libero pensiero Giordano Bruno, e della sezione piemontese dell'Associazione  Perseguitati politici antifascisti, storico e vitalissimo combattente in azione permanente  per i diritti civili e la laicita' delle Istituzioni,  in prima fila per  la difesa degli obiettori di coscienza  sin dagli anni 50 e nella battaglia sul divorzio, democratico a tutto campo, socialista , gia'  consigliere comunale, Presidente in carica del Comitato di Coordinamento delle Associazioni della Resistenza del Piemonte  

 All'eta' di 101 anni , l’anno scorso,  Segre ha ceduto la proprietà del periodico on line L'Incontro a un gruppo di Amici , nel segno della continuita' dell'impostazione, laica e democratrica, antifascista.

La causa intentata da Casaleggio e dalla sua Associazione Rousseau  si riferisce a un articolo di novembre, a firma Riccardo Rossotto,  intiitolato : “La piattaforma Rousseau una distorsione della democrazia”.

http://www.lincontro.news/rousseau-oblio-su-una-distorsione-paradossale-della-democrazia/?fbclid=IwAR1VRb3UeDBMs3D9sc8LUI8unVPBD0mOM53DOYewJU-feF3bELPaCXjwTW8

L'articolo  e' molto chiaro ed esplicito nell'evidenziare le  criticità in termini costituzionali e democratici dei rapporti tra i parlamentari e la Casaleggio e associati , anche in termini di potenziali, e non solo , conflitti di interesse, mentre l'iniziativa giudiziaria, il primo incontro in Tribunale e' fissato martedi prossimo , 14 gennaio ,  che apparrebbe    infondata ,  potrebbe  ritorcersi contro i suoi autori, consentendo in una opera di trasparenza  di svelare e mettere a nudo   il metodo e contenuti della piattaforma. Segre non è coinvolto nella causa ,direttamente, non essendo editore ne' direttore. ma il periodico storico del laicismo italiano democratico , di cui Segre e' autorevole editorialista , e'  simbolo di liberta' in tutti i sensi .

La improvvida azione giudiziaria offende la sensibilita' democratica di noi tutti , apparendo inaccettabile tentativo di  limitare la liberta' di stampa di cui il fondatore de L'Incontro e' massimo cultore  e alfiere .

Esprimiamo la nostra solidarieta' piena a Bruno Segre e all'Incontro, invitando tutti a condividere l'articolo  incriminato dalla Casaleggio e a diffonderlo facendolo nostro!

W la libera stampa W Bruno Segre W l'Incontro!

 

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!