Italo-venezuelani e venezuelani in Italia : lo Stato risponda.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.

Carlos Gulli
Carlos Gulli ha firmato questa petizione

Non possiamo dimenticare i moltissimi italo-venezuelani, i venezuelani e i nostri italiani che dal Venezuela sono rientrati in Italia in fuga dalla catastrofe umanitaria del Venezuela, dove con sacrifici hanno lavorato e vissuto fino ad oggi. Se n'è fatto un gran parlare e promesse, ma fino ad oggi non si è concluso nulla. Ci teniamo a precisare che si tratta di italiani e non possiamo considerarli cittadini di serie B.

Sono moltissimi i problemi burocratici che incontrano in Italia, che spesso diventano motivo di disperazione e miseria anche qui, sebbene siano ora nel loro paese di origine. Pensioni non ricevute, titoli di studio inutilizzabili, documenti che, come si può capire, sono impossibili da convalidare in Venezuela, dove non funziona più nulla.

Chiediamo allo Stato italiano che, come avviene per altri paesi in emergenza per via di crisi umanitarie, istituisca uno “sportello unico” (anche se provvisorio) con apposite sezioni dedicate alla convalida degli atti anagrafici, patente di guida, per la realizzazione in loco della dichiarazione di valore (o equipollenza) dei titoli di studio e professionali in conformità con le regole stabilite dalla MIUR. Un riconoscimento temporaneo e straordinario per i soggetti interessati i quali, in molti casi, sono italiani rientrati in Patria che hanno investito in Italia.

Di assumere iniziative di competenza volte a riconoscere ai titolari di pensione del Venezuela, residenti in Italia, che non percepiscono più la pensione venezuelana, l’integrazione al minimo sul pro-rata pensionistico italiano ovvero l’assegno sociale, anche qualora non ricorrano i presupposti, per tutto il tempo necessario fino al momento in cui il Venezuela non torni ad essere uno Stato stabile.

Vogliamo sapere con esattezza che fine hanno fatto gli aiuti europei e italiani stanziati per la popolazione venezuelana? Quali sono le Fondazioni, le ONG e le Associazioni che li hanno gestiti? Qual è stata la loro destinazione?

Firma anche tu questa petizione, abbiamo bisogno di molte firme, almeno mille, per far valere i nostri diritti. Aiutaci! Ci troveremo a Roma per far sentire la nostra voce presso le Istituzioni. Tieniti informato visita il sito di Familia Futura.

http:www.familiafutura.com