BASTA ENPAF: a NOI la libertà di scelta!

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Farmacisti, colleghi, a NOI LA SCELTA!
 
L’Enpaf è l’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza Farmacisti e rappresenta la cassa di previdenza per gli iscritti agli Albi professionali della categoria. 
 
Secondo quanto sancito dall’articolo 3 dello Statuto dell’Enpaf, l’iscrizione è operata d’ufficio e automaticamente alla cassa di previdenza per tutti coloro che sono iscritti all’Albo professionale dei farmacisti. La registrazione presso l’Enpaf comporta il pagamento dei contributi di previdenza e assistenza alla fondazione.
 
A differenza da quanto previsto da alcune casse professionali, i contributi Enpaf non sono frazionabili. Ciò significa che, indipendentemente dalla data di iscrizione o di cancellazione, l’importo dovuto alla cassa sarà pari all’intera annualità.
 
Con la presente petizione, noi farmacisti, chiediamo l'abolizione dell’iscrizione obbligatoria e indiretta a questa fondazione pagando esagerate somme che arrivano a sfiorare i 5.000€ l’anno, considerando che uno stipendio medio si aggira attorno ai 1200/1300€ al mese. Inoltre, anche se sono previste specifiche riduzioni sui contributi Enpaf del 33,33%, del 50% o dell’85% (se si rispettano particolari requisiti), non li riteniamo idonei in funzione di uno stipendio medio, ma soprattutto non è assolutamente giusto imporre e l’obbligare a scegliere questa cassa di previdenza piuttosto che un’altra.
 
Così, come non riteniamo giusto il “contributo di solidarietà” (art. 21 Regolamento Enpaf) che permette di versare il 3% del solo contributo soggettivo intero considerando che quanto versato non verrà calcolato ai fini dell’anzianità contributiva per la pensione, per cui è una somma inutile e non dovuta assolutamente.



Oggi: Luca conta su di te

Luca Nox ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Farmacisti : BASTA ENPAF: a NOI la libertà di scelta!". Unisciti con Luca ed 74 sostenitori più oggi.