1 risposta

NUOVO PARCO DEI CASTELLI E DELLE INCISIONI VALTELLINESI

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Nascerà la FONDAZIONE del PARCO  delle Incisioni! 

Ora la nostra petizione deve ripartire e vogliamo pensare ad un bel progetto che coinvolga il territorio!!

Di seguito riproponiamo la nostra ipotesi:

Firmate firmate firmate 

Con la chiusura del vecchio Parco delle Incisioni Rupestri di Grosio si passerà ad una gestione temporanea a cura del Consorzio Turistico del Terziere Superiore di Tirano. Questo grazie a una convenzione tra gli Enti : Comune di Grosio, comune di Grosotto, CM di Tirano e Provincia di Sondrio.

Ciò garantirà l'apertura del parco stesso e delle sue strutture, consentendo quindi a tutte le persone di tornare a visitare questo sito di rilevante valenza culturale, artistica e naturalistica.

Noi pensiamo però, che sia l'occasione per estendere i confini del parco anche alle zone limitrofe che hanno delle peculiarità in comune.

Ci stiamo riferendo ai Castelli  della zona dell'alto Tiranese (da Grosio a Sernio)

Già esiste un collegamento fisico denominato SENTIERO DEI CASTELLI

http://admin.valtellinaturismo.com/writable/634684460309062500_Binder1.pdf

promosso e realizzato dalla CM di Tirano.

Perché allora non estendere la "giurisdizione" del vecchio parco ad un area più ampia e con le stesse caratteristiche?  

La nostra raccolta firme è rivolta a chiunque sia favorevole,  vista la comunanza di testimonianze storiche (castelli e incisioni) e di un collegamento materiale (sentiero), alla creazione di una STRUTTURA SOVRACOMUNALE di gestione di una zona che potrebbe chiamarsi :

PARCO DEI CASTELLI E DELLE INCISIONI VALTELLINESI 

sulle modalità di costituzione non siamo in grado di dare indicazioni e non è il nostro mestiere, confidiamo che gli amministratori pubblici locali siamo volenterosi di trovare la soluzione ottimale.

Noi pensiamo invece che questa sia una opportunità per una vera valorizzazione del territorio a nord di Tirano che vedrebbe aprirsi una bella offerta turistica da vendere a livello nazionale e non con altre già presenti (il Trenino Rosso del Bernina esempio).

Questa nuova realtà si preoccuperà della promozione, accoglienza e della pulizia e manutenzione  con   le azioni opportune coinvolgendo attivamente ed economicamente i comuni e gli enti interessati in una virtuosa unione di servizi.

 

 

Se hai a cuore il tuo territorio e la sua storia ti invitiamo a mettere una firma sulla nostra petizione.