Esentare Vespa dalla Tv pubblica

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Da decenni Bruno Vespa anima i salotti televisivi dei potenti di turno, e la sua compiacenza ha allontanato dalla Rai molti utenti che comunque ne sostengono le spese. Ma ora ha superato i limiti, fingendo di dare voce a una donna violata senza pietà, che sarebbe stata -nelle intenzioni dell’aggressore - l’ennesima vittima di femminicidio. Vespa ha minimizzato e quasi ridicolizzato con parole e gesti la gravità dell’accaduto, in modo incivile per un Paese democratico. Sulla rete ammiraglia del servizio pubblico. Per questo ne chiediamo l’immediata denuncia all’Ordine dei Giornalisti e la rimozione dai programmi Rai.