Per un "Social" più social

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Chiediamo alla Commissione Europea e all'Europarlamento di fare in modo che Facebook, a differenza di quanto avviene attualmente, diventi un mezzo di corretta informazione e controlli e vieti comportamenti (commenti, post, ecc.) che siano lesivi per la comunità e l'individuo, in termini di salute, diritti civili e umanitari.

A tal fine, è auspicabile che Facebook controlli REALMENTE che le fonti delle notizie che tutti noi possiamo pubblicare siano certificate, PRIMA della loro stessa condivisione, e denunci DIRETTAMENTE alle Autorità competenti chiunque agisca minacciando la Salute Pubblica con false notizie pseudo-scientifiche e con comportamenti e manifestazioni di odio a sfondo razziale, religioso e sessuale verso il singolo o la comunità.

Se ciò non dovesse avvenire, il rischio è quello del ritorno di malattie e pandemie ormai dimenticate e di governi ad impronta nazi-fascista, con le conseguenze purtroppo note a tutti (o quasi).

Facebook è una potenziale fonte di informazione e di dialogo, ma attualmente sembra maggiore il versante della disinformazione e dell'odio. Ognuno deve diventare responsabile di quello che dice o pubblica, perché la libertà delle proprie opinioni termina quando, a causa di queste, viene lesa quella altrui.

 



Oggi: Vincenzo conta su di te

Vincenzo Palaia ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "European Parliament: Per un "Social" più social". Unisciti con Vincenzo ed 8 sostenitori più oggi.