Appello all' Europa: produciamo più vaccini!

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Abbiamo Vaccini con efficacia elevata, ma non vengono prodotti e somministrati.
La crisi sanitaria sta causando milioni di vittime, mettendo in ginocchio l'economia reale, le istituzioni e le famiglie, in Italia, in Europa e nel Mondo.
Nel parte ricca del Mondo la metà delle vittime sono persone anziane e noi giovani non stiamo facendo nulla per fermare questa immane tragedia.
Perché i vaccini non si producono in massa?
In questo momento l'unica priorità è accelerare le vaccinazioni e non possono esistere altri interessi pubblici o privati superiori a questo.

La questione è seria.

La campagna di vaccinazione non decolla, e questa è una certezza. I meccanismi di produzione e distribuzione saranno lenti e probabilmente inutili poiché il virus muterà troppo velocemente.

Jonas Salk e Albert Sabin rinunciarono a brevetterare i vaccini contro la poliomelite, ciò permise a milioni di bambini di non ammalarsi e debellare quasi definitivamente uno dei virus più pericolosi del secolo scorso. Oggi la questione è molto diversa, le case farmaceutiche private fanno più ricerca rispetto al passato e contribuiscono a combattere molte malattie. La ricerca scientifica pubblica senza il supporto di quella privata avrebbe difficoltà nel completare passaggi fondamentali per lo sviluppo di farmaci e vaccini. Ciò però deve farci riflettere e considerare che questa particolare situazione pandemica globale non può essere affrontata come le altre malattie più o meno gravi, più o meno diffuse, questo virus va affrontato rapidamente e con più mezzi e forze possibili. Per questo motivo e solo per questo motivo chiediamo che in brevissimo tempo le autorità e le istituzioni europee e nazionali si impegnino a lavorare affinché il vaccino sia reso immediatamente accessibile e somministrato a tutti. Purtroppo, le attuali condizioni di produzione e distribuzione stanno creando importanti divari tra stati e regioni del Mondo. Tra qualche settimana questo divario sarà ancora più evidente. Abbiamo la possibilità di distruggere questo virus, ma stiamo perdendo tempo prezioso. Chiediamo di accelerare la produzione dei vaccini in ogni parte del Mondo o/e renderli liberi da vincoli di brevetto, come previsto dagli accordi internazionali e dettato da ogni principio che stabilisce come priorità assoluta il diritto alla vita di ogni singolo individuo.

Si veda il TRIPs – Agreement on Trade Related Aspects of Intellectual Property Rights, che prevede la possibilità di sospendere un brevetto in caso di emergenze di sanità pubblica, concedendo licenze obbligatorie per la vasta produzione dei prodotti necessari.