Rimozione immediata del Presidente del Parco Regionale delle Alpi Apuane

PETIZIONE CHIUSA

Rimozione immediata del Presidente del Parco Regionale delle Alpi Apuane

Questa petizione aveva 681 sostenitori

Legambiente Lunigiana ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Enrico Rossi (Presidente Regione Toscana) e a

L'attuale Presidente del Parco Regionale delle Alpi Apuane, Alberto Putamorsi, si è scagliato contro il Piano paesaggisto approvato dalla Giunta della Regione Toscana, nelle parti che prevedono chiusura e limitazioni delle cave di marmo all'interno dei perimetri dell'Area protetta, dichiarando che l'Ente Parco non attuerà la chiusura delle cave previste da un Piano regionale sovraordinato per Legge al Parco delle Alpi Apuane.

Inoltre l'operato di Putamorsi, dalla sua nomina a Presidente da parte della Regione, si è distinto solo per la formazione del Piano Stralcio delle Attività estrattive, che prevede aumento di nuove aree di cava all'interno del Parco, pericolose deroghe con la scusa del prelievo di 'pietre ornamentali di pregio', predilezione per le cave in galleria che sebbene non visibili, sono molto più devastanti per i delicati equilibri delle falde acquifere e dei diffusi carsismi delle Alpi Apuane.

Nulla invece ci risulta sia stato fatto per quello che le Leggi quadro impongono come obiettivi fondanti e prioritari ai Parchi: la conservazione dell'immenso patrimonio di biodiversità delle Apuane e la promozione di un equilibrato sviluppo socio-economico SOSTENIBILE.

L'etichetta di Geoparco, sotto gli auspici dell'Unesco, risulta ormai un paradosso, in quanto i numerosi e preziosi geositi, spesso di natura carsica, sono messi a repentaglio dalla prossimità delle decine di cave e, da quelle che il Parco vorrebbe permettere di attivare.

E' pertanto, urgente e importante rimuovere l'attuale Presidente del Parco delle Alpi Apuane, Alberto Putamorsi, che si è rivelato inadeguato e pericoloso alla guida di un'Area protetta che gestisce come un 'distretto minerario' in spregio alle norme e allo spirito delle Aree naturali protette.

Il Piano Paesaggistico della Regione Toscana non si tocca, cosi come è stato licenziato dalla Giunta regionale con un processo concertato con le parti.

 

Legambiente Nazionale, Legambiente Toscana.

PETIZIONE CHIUSA

Questa petizione aveva 681 sostenitori