Sussidio economico per i veterinari e slittamento di due mesi dei contributi del 2020

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


ALLA SPETTABILE ATTENZIONE DELL'ENPAV

Per sostenere la comunità dei medici veterinari liberi professionisti a contenere la diffusione della pandemia da COVID-19, nel chiudere le nostre strutture al pubblico ed aprire solo ed esclusivamente per le vere emergenze improcrastinabili, così come ci è stato comunicato dalla FNOVI e non essere costretti, come molti, a recarsi al lavoro perché non possiamo permettercelo, per non dover scegliere tra l'esigenza di sfamare i nostri figli e le nostre famiglie e il preservare la loro salute, poiché quest'ultima è prioritaria come la prima.

Siamo iscritti ad un Ente di previdenza privato che ha il dovere di metterci in condizioni di poter restare a casa al pari di tutti gli altri lavoratori autonomi italiani che hanno ricevuto un sussidio indipendentemente dal reddito.

Chiediamo, pertanto, a codesto ENTE, con la seguente petizione:

1) lo slittamento dell'ultima rata dei contributi dovuti per il 2020, almeno al 31 dicembre 2020.

2)la sospensione delle rate di prestiti e mutui erogati dall'ENPAV con relativo slittamento temporale del piano di ammortamento senza modificare l'importo della rata da corrispondere. 

3)Richiesta di modifica dell'articolo 16 del Decreto-legge 9/2020, che ha introdotto una indennità a sostegno dei lavoratori autonomi.

4)Nell'impossibilità di realizzare il punto 3, si chiede un sussidio economico per ogni iscritto ENPAV libero professionista.