PETIZIONE CHIUSA

QUESTA NON E' ACCOGLIENZA: MESSINA NON PUO' SOPPORTARE HOTSPOT

Questa petizione aveva 42 sostenitori


Messina sarà invasa dai migranti!


E' quanto sostanzialmente ha deciso il Ministero degli Interni.

In questi anni si è occupata di questo problema anche la Commissione antimafia regionale denunciando che sono migliaia i minori fuggiti dai centri di accoglienza presenti sul territorio siciliano con la inevitabile conseguenza che in questo momento gli stessi vagano per l'isola in assoluto anonimato. Il destino di questi minori può essere tristemente segnato: la stragrande maggioranza con buone probabilità finirà nella mani della criminalità organizzata essendo totalmente abbandonati a sé stessi.

Ma ogni volta, un barcone arriva carico di migranti, nel nostro Paese c’è chi brinda…

Per ogni migrante, cooperative e altre imprese appaltatrici percepiscono da 30 a 35 euro al giorno. Un pasto può costare 5 o 15 euro e altrettanto si può dire per gli altri servizi, ne consegue un importante margine economico dove si annida una zona grigia, drammaticamente emersa in Mafia Capitale. 

Il cosiddetto Terzo settore che abbiamo conosciuto nel passato non c’è più!

Oggi il "volontario" diventa "imprenditore". Il volontariato, in molti casi, serve per eludere la normativa vigente in materia e i relativi controlli.

Attorno a tutto questo, si assiste all'assoluto silenzio, da un lato, da parte di chi ha trasformato una tragedia umana e sociale in un vero e proprio business, dall'altro, da chi teme di essere considerato xenofobo e razzista solo per il fatto di esprimere il proprio dissenso verso una gestione folle da parte del Governo italiano e dell'UE.

Messina è campione di solidarietà, lo dicono i numeri delle donazioni che provengono da questa città ogniqualvolta vi sia un qualsiasi tipo di evento, a livello nazionale e non solo, che necessiti di raccolta fondi. Non possiamo però nasconderci dietro un dito e pensare che una Città come Messina che, oggigiorno, soffre una triste e lenta decrescita demografica, una disorganizzazione netta sotto ogni punto di vista e un'inefficienza dei servizi pubblici minimi essenziali, possa fare da scudo alle mancanze di Governo e UE.

Non ci meravigliamo, ad onor del vero, che la scelta sia ricaduta su Messina. In un momento di emergenza come questo e in un contesto in cui ogni Sindaco ha manifestato la propria disapprovazione nei confronti dell'ipotesi di ospitare un hotspot nella propria Città, avere un Sindaco come Renato Accorinti che, al contrario, ha più volte ribadito la propria volontà di "accogliere" senza se e senza ma, è stato un invito a nozze per il Governo italiano.
In estrema sintesi, ribadiamo e sosteniamo tre punti fondamentali:

- La scelta di organizzare campi profughi dove i migranti risiedono per lunghissimi periodi, anche più di un anno, non risolve il problema dell’accoglienza anzi mortifica la dignità umana;
- Messina è una città ridotta al lumicino che non si può permettere di assorbire né tanto meno di controllare centinaia di migranti, per giunta minori, che saranno liberi di circolare nel centro della città;
-Amministrazione comunale e deputazione regionale devono respingere con fermezza questa ipotesi presso il Ministero degli Interni.



Oggi: Movimento Nazionale per la Sovranità - Messina conta su di te

Movimento Nazionale per la Sovranità - Messina ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Domenico Minniti: QUESTA NON E' ACCOGLIENZA: MESSINA NON PUO' SOPPORTARE HOTSPOT". Unisciti con Movimento Nazionale per la Sovranità - Messina ed 41 sostenitori più oggi.