Aboliamo la burocrazia per assegni, rimborsi e sussidi che ci spettano di diritto

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Chiediamo di essere destinatari di premi, rimborsi e servizi dovuti senza doverne fare richiesta.

Oggi è necessario compilare moduli cartacei per dettagliare la propria anagrafica ed il proprio status economico sociale e fiscale. Lo stato e gli enti di previdenza possiedono tutte le informazioni che ci vengono richieste. Il tempo speso nel compilare queste carte, l'introduzione di errori e la necessità di rivedere le carte sono uno spreco del nostro denaro.

La fiducia per lo Stato è alimentata dalla sua trasparenza. Un diritto perduto da parte di un cittadino per decorrenza dei termini o semplice disinformazione non è un risparmio per la macchina pubblica, è un punto in meno per la democrazia.

Vogliamo che quanto di diritto sia erogato senza l’obbligo di farne richiesta, automaticamente e senza alcun ostacolo burocratico. Questo eliminerebbe anche la necessità di rinnovo delle richieste, come ad esempio nel caso del modulo INPS per la richiesta annuale degli assegni familiari.

Un altro esempio di diritto non garantito: l’assegno di natalità o bonus bebè: se non richiesto entro 90 giorni, decorre dal mese di presentazione della domanda. È un diritto, non un premio velocità.



Oggi: Viames conta su di te

Viames Marino ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "diritti-senza-domande". Unisciti con Viames ed 28 sostenitori più oggi.