Artrite Psoriasica - Non è invisibile agli occhi

0 hanno firmato. Arriviamo a 35.000.


 

"Artrite Psoriasica"

Detta anche Artropatia Psoriasica.

Non è solo una malattia, è un ostacolo quotidiano. Una malattia silente, invisibile agli occhi il più delle volte, ma che condiziona tutti gli aspetti più elementari della vita di chi ne è affetto.

Noi psoriasici siamo normali, combattivi, ma la battaglia che ogni giorno ognuno di noi affronta è veramente dura.

Ci sono giorni che anche solo alzarsi dal letto diventa una conquista, quando ogni muscolo, ogni fibra del corpo, ogni osso, ti procura dolore, tensione, rigidità, in ogni istante della giornata.

La medicina continua a fare ricerca sulle cause scatenanti, sui meccanismi d'azione e sulle cure, ma a livello culturale é una patologia poco conosciuta e riconosciuta. Inoltre l’iter per accedere a visite specialistiche, cure e tutele è davvero tortuoso. E poi ci sono metodi alternativi già sperimentati in altri paesi, che su molti malati funzionano, ma in Italia la burocrazia complica tutto e queste cure qui non arrivano.

Abbiamo bisogno di essere ascoltati e tutelati.

Ma soprattutto abbiamo bisogno di sostegno psicologico, medico, lavorativo e strutturale. Cure, visite, ausili per la deambulazione, psicoterapeuti, fisioterapisti, nutrizionisti, noi ne facciamo un uso costante, ma non possiamo sostenere da soli tutte le spese. Spendiamo molto in termini di risorse ed energie mentali ed economiche e vorremmo avere solo quello che può farci vivere meglio. Ci serve aiuto h24, 365 giorno all’anno, anche solo per poter scegliere la cura giusta, che sia di medicina tradizionale o alternativa.

Ricordando a tutti che da questa malattia non si guarisce, ma con il giusto sostegno si può vivere meglio.

Riconoscere i nostri diritti di malati sarebbe un ottimo risultato.

Senza dimenticare che nei luoghi di lavoro siamo spesso oggetto di dubbi e diffidenze. Molti ci definiscono malati immaginari. Ma non lo siamo. E soffriamo. Tante persone anche per questi motivi cadono in depressione e le giornate diventano un vero inferno.

L'accesso diretto alla legge 104 con permessi, l’iva decurtata, il poter usufruire con semplicità e garanzie del decreto cure legislativo 119/2011, lo snellimento delle pratiche per avere autoveicoli con comandi speciali, sgravi fiscali sulle prestazioni mediche per i malati con difficoltà economiche, potrebbe essere la giusta strada per migliorare il nostro vivere quotidiano.

Aiutateci a condividere e a far conoscere questa patologia invalidante.

Aiutateci a far sentire la nostra voce.

Aiutateci a non sentirci soli.