Detrazioni Irpef per disabili: applicare cessione a terzi e sconto diretto in fattura.

Detrazioni Irpef per disabili: applicare cessione a terzi e sconto diretto in fattura.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Quando arriverà a1.000 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere inserita tra le petizioni consigliate!

Marco Campanini ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

Mi chiamo Marco Campanini sono una persona con disabilità e vorrei portare alla vostra attenzione un problema particolarmente sentito riguardante le detrazioni per le agevolazioni fiscali previste per le persone con disabilità.

Molte persone con disabilità e familiari non possono usufruire delle detrazioni previste a loro vantaggio, in quanto INCAPIENTI, vale a dire, incapaci di fruire della corrispondente detrazione in quanto l’imposta lorda è assorbita dalle altre detrazioni oppure non è dovuta.

In queste situazioni, l’importo eccedente non può essere chiesto a rimborso o a compensazione di altri tributi, né è possibile riportarlo nella successiva dichiarazione dei redditi.

In sostanza, le detrazioni spettanti vanno perse in tutto o in parte.

Le agevolazioni fiscali per disabili concesse attraverso delle detrazioni sull’imposta Irpef sono molteplici e riguardano:

  • detrazione del 19% per le spese sanitarie specialistiche;
  • detrazione Irpef per le polizze assicurative sulla disabilità;
  • detrazioni del 19% per acquisto di mezzi di locomozione;
  • Il trasporto in autoambulanza;
  • detrazione Irpef del 19% per acquisto di sussidi tecnici e informatici;
  • detrazione del 19% per le spese degli addetti all’assistenza personale (badanti);
  • detrazione del 19% per l’acquisto di cane guida per i non vedenti;
  • detrazioni per figli a carico portatori di handicap;
  • detrazioni del 36% e del 50% per le spese per interventi di abbattimento di barriere architettoniche.

(N.d.R.: Fonte: guida alle agevolazioni fiscali per disabili dell’Agenzia delle Entrate - Aggiornamento ottobre 2019)

Pensate a quanti soldi una persona con disabilità potrebbe risparmiare se gli venisse data la possibilità di ottenere uno sconto all'origine direttamente dal venditore, oppure se potesse cedere il 19% o quello che non riesce a detrarre a soggetti terzi, come le banche.

La disabilità è una condizione intrinseca di povertà, spesso le famiglie con persone con disabilità gravi non hanno reddito, vivono degli emolumenti riconosciuti loro dallo stato in ragione della loro disabilità, oppure si appoggiano al reddito da pensione dei genitori.

Per lo Stato, tale riconoscimento non comporterebbe un impegno di spesa, trattandosi di somme già stanziate, essendo crediti d'imposta che aspettano ai beneficiari.

Inoltre, la possibilità di ottenere uno sconto immediato, darebbe modo di aumentare i consumi, comportando un aumento della domanda interna oltre ad un miglioramento sensibile della qualità di vita dei beneficiari richiedenti le agevolazioni.

CON QUESTA PETIZIONE SI CHIEDE QUINDI

di prevedere la possibilità in merito alle attuali agevolazioni fiscali richiamate, per le persone con disabilità incapienti, di ottenere in luogo della detrazione fiscale, la cessione dell'importo da detrarre a soggetti terzi o lo sconto diretto in fattura da parte del venditore, analogamente come previsto in materia edilizia per l'ecobonus.

Firma anche tu la petizione e associati alla richiesta di fare in modo che le persone con disabilità, in luogo della detrazione fiscale, possano ottenere la cessione dell'importo da detrarre a soggetti terzi o lo sconto diretto in fattura da parte del venditore.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Quando arriverà a1.000 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere inserita tra le petizioni consigliate!