Dario Franceschini ritiri la proposta di far divenire la falconeria Patrimonio Immateriale dell'UNESCO!

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Il ministro dei beni culturali Franceschini vuole proporre la falconeria all'UNESCO come patrimonio da preservare.

La falconeria consiste nell'allevare in gabbie ed ammaestrare alla caccia i falconi (e nell'andare a caccia con essi). Qualora non venissero più impiegati per la caccia, i rapaci restano privati della loro libertà e utilizzati come spettacolo di intrattenimento. Ecco perchè è importante protestare:

- Anzitutto così si incita chi va a caccia di facili guadagni illeciti a procurarsi dai nidi in natura, i piccoli di rapace di specie rare o in via d’estinzione, per rivenderli come accade in Sicilia per l’aquila di Bonelli, il lanario e il falco pellegrino.

- Poi si tratta di una pratica diseducativa: nessun tipo di caccia o di manifestazione che preveda l’uso di animali vivi, può essere considerata un’attività alla quale conferire un pregiato riconoscimento culturale.

- Infine le radici storiche della falconeria non possono una essere ragione sufficiente per il riconoscimento UNESCO: la cultura di oggi è RISPETTO e consapevolezza che gli animali selvatici abbiano bisogno del proprio habitat, solo vivendo liberi in natura possono esprimersi in modo pieno.
La falconeria è nata nel medioevo e per fortuna il nostro rapporto con le specie animali si è evoluto culturalmente, ciò che era eticamente accettabile ieri non lo è necessariamente ai nostri giorni.

- Anche la LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) si è espressa fortemente contraria e attraverso il suo presidente, Fulvio Mamone Capria, chiede un ripensamento al governo.



Oggi: francesca conta su di te

francesca mazzara ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Dario Franceschini, ministro dei Beni e delle Attività Culturali: Dario Franceschini ritiri la proposta di far divenire la falconeria Patrimonio Immateriale dell'UNESCO!". Unisciti con francesca ed 1.402 sostenitori più oggi.