Concerti estate 2020 annullati - Richiesta RIMBORSO biglietti

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Molti promoter organizzatori dei grandi concerti e festival previsti per l’estate 2020 in Italia, alla luce del DPCM del 17 maggio scorso e del decreto Cura Italia, hanno comunicato la cancellazione/rinvio di questi eventi al 2021, scegliendo di fatto di NON rimborsare i biglietti acquistati, “concedendo” due possibilità:

  • un “rimborso” tramite voucher da utilizzare per futuri eventi previsti all’interno dello stesso circuito di vendita e organizzati dallo stesso promoter entro 12-18 mesi
  • mantenere il biglietto per il 2021, cosa che non garantisce ovviamente, al momento, di poter godere degli stessi artisti e lineup.

Al di là della conferma o meno degli artisti, nel 2021 e nelle date indicate per gli eventi rinviati, lo spettatore potrebbe essere indisposto a partecipare per cause di forza maggiore o disporre di altri impegni.

Il consumatore, in base al Codice Civile (art. 1463 c.c.), ha diritto alla restituzione dei soldi versati se un evento, in questo caso annullato per l'emergenza COVID, non può avere luogo.

Inoltre non è accettabile che via sia una scadenza voucher di 12-18 mesi, senza relativa programmazione/calendario in merito ad artisti, luogo di svolgimento, data e città; impossibile, inoltre, da applicare fin quando gli organi competenti non comunicheranno il termine a tutti gli effetti di questa fase emergenziale.

Chiediamo quindi libertà di scelta per i consumatori, che a coloro, che non vogliono o non possono utilizzare il voucher, venga rimborsato il proprio credito in denaro!