Basta pale eoliche nella Terra dei Due Mari!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


L'Istmo di Catanzaro è la striscia di terra che, in Calabria, separa il Mar Tirreno dal Mar Ionio e, con i suoi circa 30 km., è il punto più stretto della penisola italiana. Secoli di storia hanno avuto l'Istmo come sfondo naturale: dalla preistoria, ai popoli Italici, ai Greci, ai Romani, ai Bizantini, ai Normanni. Quest'area è, pertanto, una delle aree più dense di testimonianze archeologiche, monumentali e culturali dell'intera Calabria, oltreché una zona paesaggistica di incomparabile bellezza.
Ma è anche una delle aree più densamente occupate da impianti eolici di tutta l'Europa. Sono infatti centinaia, soprattutto sul versante sud dell'Istmo, verso le Serre, le turbine a pala che svettano al di sopra di torri in acciaio alte decine e decine di metri, trasformando un paesaggio unico in Italia in una ininterrotta selva di pale rotanti.
Ora tocca a Tiriolo (CZ), paese sulle prime alture settentrionali al centro dell'Istmo, assurto alle cronache di un paio di anni fa per la scoperta, nell'ex campo sportivo, di un importante sito archeologico riferibile alla cultura preromana dei Brettii (IV-III sec. a.C.). Qui, sulla collina di Trazzani-Corbezzano, da cui si possono vedere l'intero Istmo di Catanzaro e, insieme, il Mar Ionio e il Mar Tirreno, con le isole Eolie, era stato dapprima autorizzato e successivamente bloccato -a causa di nuovi, sopravvenuti rinvenimenti archeologici- un impianto eolico composto da undici aerogeneratori (turbine a pala) per una potenza prevista di 9,35 MW.
Con una sentenza di alcuni giorni fa, la Prima Sezione del Tribunale Amministrativo Regionale di Catanzaro ha nuovamente autorizzato l'avvio dell'impianto eolico, accogliendo il ricorso presentato dalla società Trazzani Energy:
http://m.lacnews24.it/30496/attualit/parco-eolico-trazzani-tiriolo-tar-sblocca-lavori-catanzaro.html
Rispettiamo la decisione dei Giudici, ma chiediamo fermamente che il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e la Regione Calabria da Voi rappresentati si oppongano a questo ulteriore, pesantissimo rischio che il paesaggio e la cultura calabrese corrono, ancora una volta.



Oggi: la Tiriolo conta su di te

la Tiriolo che vorrei ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Dario Franceschini: Basta pale eoliche nella Terra dei Due Mari!". Unisciti con la Tiriolo ed 971 sostenitori più oggi.