Emergenza ambientale Piana del Sele - Gli spazi della De Amicis per assemblee cittadine

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Cara Sindaca,

il 23 novembre 2017 un terremoto di gente ha attraversato le strade della Città di Battipaglia, capoluogo logistico a forte vocazione agricola della Piana del Sele.

In 10mila, tra abitanti della nostra città e del vicino Comune di Eboli, abbiamo detto a gran voce al Governatore della regione Campania Vincenzo De Luca e all'Assessore Regionale Fulvio Bonavitacola che non accetteremo mai di diventare la pattumiera della Provincia di Salerno.

Noi non siamo i NoCompost, noi siamo favorevoli al compostaggio come strumento di recupero e riutilizzo di una preziosa risorsa che viene dalla terra e alla terra deve ritornare. Noi siamo contrari ai mega impianti da 100mila tonnellate all'anno, incontrollabili, che producono compost di scarsa qualità e quindi destinato al conferimento in discarica. L'Unione Europea ci chiede di realizzare impianti piccoli e più gestibili, che garantiscano un'autosufficienza limitata ad aree ristrette.

I veri NoCompost sono quelli che progettano, sponsorizzano e realizzano impianti enormi. I veri nemici dell'ambiente sono quelli che con queste soluzioni creano un inquinamento indiretto che ricade ancora una volta sullo stesso territorio: quello dei mezzi pesanti che arriveranno da tutta la provincia di Salerno per sversare l'umido di oltre 1 milione di abitanti. Quante volte dobbiamo pagare le scelte scellerate che ci vengono imposte dall'alto?

I nostri immobili si deprezzano, la nostra agricoltura soffre, la nostra gente si ammala, muore, muore la nostra città. 

Ora che siamo cresciuti numericamente abbiamo bisogno di crescere come persone. Ti chiediamo un luogo per organizzare le nostre proteste, per capire, informarci e decidere noi del nostro futuro.

Dacci spazio! Concedi al comitato cittadino contro il megaimpianto di compostaggio tra Battipaglia ed Eboli di avere uno spazio grande abbastanza per coordinarsi. Facci tornare a scuola di civiltà, aprici le porte della scuola De Amicis, simbolo del cuore, nel cuore della nostra Città.

 

Grazie, i tuoi concittadini e le tue concittadine.

 



Oggi: antonella conta su di te

antonella marsilia ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Crisi ambientale Piana del Sele - Gli spazi della De Amicis per le assemblee cittadine". Unisciti con antonella ed 1.465 sostenitori più oggi.