L'ITALIA E LA COSTITUZIONE SONO ANTIFASCISTE. LA GIUSTIZIA PROCEDA VERSO SALVINI E GOVERNO

L'ITALIA E LA COSTITUZIONE SONO ANTIFASCISTE. LA GIUSTIZIA PROCEDA VERSO SALVINI E GOVERNO

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
ITALIA Italia ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Consiglio Superiore della Magistratura

https://it.wikipedia.org/wiki/Apologia_del_fascismo 

art. 3 della Costituzione Italiana

”Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.

I cittadini a cui l’articolo si riferisce sono anche tutti gli stranieri presenti nel Paese. L’articolo 42 del decreto legislativo 286/98 prevede che tutti i comportamenti che in forma diretta o indiretta, abbiano come conseguenza una distinzione, esclusione o preferenza basata su razza, colore della pelle, ascendenza, origine o convinzioni religiose siano da reputarsi discriminatorie per la legge italiana. Anche se tali comportamenti fossero non propriamente intenzionali sarebbero comunque illegittimi perché comprometterebbero l’essenza dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

Abbiamo un governo che va avanti a colpi bassi ed evidenti contro ogni forma di legalità, ed umanita'. Ci raccontano che l'immigrazione è il cancro dell'Italia e nel frattempo, invece di affrontare la situazione degli sbarchi con intelligenza, con criterio e nel rispetto dei principi umani e democratici, lasciano morire in mare uomini, donne e bambini al ritmo stridulo, violento e disumano  di " Si arrangino".  Sono toni ed espressioni che mi ricordano vagamente qualcuno.

Quotidianamente ASSISTIAMO QUASI IMPOTENTI? a frasi, affermazioni, azioni e  modalità comunicative che esulano da qualsiasi forma democratica e civile. un linguaggio che istiga a odio e violenza e a cercare il colpevole del dramma del nostro paese la dove non è. ..per spostare l'attenzione su un nemico da estirpare nell'illusione che tutto poi andrà bene. Falso!! Falso!! 

Il caso del giornalista e vignettista satirico Vauro censurato per 3 gg per una vignetta sul caso di Castel De Porto, in cui scriveva su una foto la frase :" Castel deporto" e tanti altri casi, dimostrano come non si possa parlare di deportazioni di massa dei migranti, solo perchè utilizzano gli autobus di lusso per far avanzare il loro cosi detto "Decreto sicurezza". Sarebbe lungo l'elenco delle cose da dire che sono sotto gli occhi di tutti. NON SI PUO' CHIAMARE LA VIOLENZA FASCISTA CON IL SUO PROPRIO NOME?a quanto pare no. 

IL GOVERNO DEVE ESSERE PROCESSATO E IL MINISTRO DELL'INTERNO DEVE RISPONDERE ALLA GIUSTIZIA,in primis, PER IL CASO DICIOTTI. 

NON RESTIAMO PASSIVI. NON APPOGGIAMO COL SILENZIO QUESTO SCEMPIO CONTRO I DIRITTI UMANI. CONTRO LA DIGNITA' UMANA DEI MIGRANTI E DI TUTTI NOI. CONTRO L'INTELLIGENZA DEGLI STESSI ITALIANI E LA CARTA DEMOCRATICA CHE HA UNA NASCITA STORICAMENTE ANTIFASCISTA. W L'ITALIA. W LA DEMOCRAZIA, LA PACE E LA CONVIVENZA CIVILE E SENZA RAZZISMI. 

 

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!