Esame d’avvocato: le soluzioni ci sono, è ora di metterle in pratica!

Recent news

I primi risultati!

Cara Sostenitrice, caro Sostenitore,

vogliamo dirti grazie.

Se abbiamo trovato l'energia per batterci e chiedere chiarezza sull'esame di Stato – traguardo tanto ambito e punto di partenza per il nostro futuro – lo dobbiamo anche a te. La tua firma, infatti, insieme a quella di oltre 3500 persone, fra cui moltissimi praticanti che condividono questa fase della propria vita professionale, è stata per noi il più importante degli incoraggiamenti.

Questa nostra iniziativa ha visto la luce ad inizio aprile quando con un gruppo di amici dell'università, vecchie conoscenze rimaste anche negli anni della pratica forense, abbiamo preso definitiva coscienza del fatto che la situazione di stallo in cui si erano venuti a trovare migliaia di giovani praticanti come noi era divenuta ormai intollerabile.

Così è iniziata l'attività del nostro Comitato, che – come forse saprai – è nato dapprima online, su Facebook, dove ha raccolto migliaia di adesioni e contatti. Dalla voce di oltre duemila giovani praticanti sono emerse delle proposte, poi confluite nella petizione su change.org – quella che hai sottoscritto anche tu – in cui chiedevamo alle istituzioni competenti di trovare al più presto una soluzione ascoltando i diretti interessati, cioè insieme a noi!

Forti della legittimazione di migliaia di sottoscrizioni, abbiamo iniziato a immaginare e costruire altre iniziative: la raccolta firme era un buon primo passo che non ci avrebbe però condotto al traguardo.

La nostra azione è arrivata quindi a coinvolgere la stampa: numerosi sono stati i quotidiani e le agenzie che hanno parlato della nostra iniziativa, fra i tanti ricordiamo Repubblica, ADNKronos, Notizie.it ; e Legalcommunity, il portale di riferimento del mondo legale italiano, ci ha addirittura invitato ad un podcast.

Consci del nostro ruolo e, soprattutto, delle responsabilità derivanti dal nostro impegno in rappresentanza e a tutela della categoria dei praticanti avvocati in un momento così delicato, siamo riusciti ad ottenere un confronto diretto con alcuni membri del Parlamento, che ringraziamo per la disponibilità e l'attenzione, ai quali abbiamo riportato gli esiti del dibattito che in queste settimane siamo riusciti a generare, anche grazie al vostro contributo. 

Il risultato più importante su questo fronte lo abbiamo conseguito il 22 aprile, quando la senatrice Valeria Valente, componente della Commissione Giustizia del Senato, ha abbracciato parte delle richieste della nostra petizione e rivolto il proprio appello al Parlamento affinché si chiedesse il potenziamento delle commissioni deputate a correggere le prove scritte dell'esame 2019, sollecitando altresì il Ministro della Giustizia ad individuare tutte le necessarie e più opportune modalità – anche alternative e innovative – per completare le operazioni di correzione degli scritti e per agevolare lo svolgimento delle successive prove orali.

Un bel risultato, ma non certo un punto di arrivo: il nostro impegno, infatti, non finisce qui!

La battaglia si sposta ora in Commissione Istruzione, dove verrà discusso in dettaglio il decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22 (cd. "Decreto Scuola"), recante "misure urgenti sulla regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato". In quella sede, faremo il possibile per stimolare il dibattito tra i senatori, al fine di conseguire un risultato che sia, al contempo, importante e ragionevole, senza pregiudizi ideologici o posizioni di principio. Nella convinzione – che ci accompagna dall'inizio del nostro cammino – che i praticanti avvocati meritino attenzione, ascolto e risposte serie. 

Al contempo, stiamo lavorando per interfacciarci anche con i più alti uffici del Ministero della Giustizia, dove – da quanto appreso – si starebbe lavorando ad un intervento normativo sull'esame 2019: a nostro avviso, nessun provvedimento "buono" potrà essere preso senza tener conto del parere dei praticanti.

È con questo spirito che porteremo avanti la nostra battaglia in tutte le sedi. Sentivamo di dover condividere con te il lavoro svolto fino a qui. Continueremo a darti conto delle iniziative e dei passi che compiremo, nonché degli eventuali esiti. 

Quando abbiamo chiesto la tua firma, abbiamo preso un impegno che intendiamo portare fino in fondo, con serietà e trasparenza.

Grazie per la tua fiducia e continua a sostenerci condividendo la petizione con colleghi, amici e conoscenti: per tutti noi è importante!

Il Comitato per l'Esame d'Avvocato,

Achille, Alessandro, Angelo, Benedetta, Elena, Federico, Federico, Francesco, Giacomo, Giovanni, Giulio, Giuseppe, Lucio, Martina, Matilde, Mauro, Riccardo, Ruggero

Se vuoi partecipare e/o restare sempre aggiornato, iscriviti al gruppo FB: https://www.facebook.com/groups/837245286752863/

Comitato per l'Esame d'Avvocato
1 year ago