Introdurre ORA la raccolta firme ONLINE!

Introdurre ORA la raccolta firme ONLINE!

0 hanno firmato. Arriviamo a 3.000.
Quando arriverà a3.000 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere presa in considerazione dai media e dai giornali locali!

Iniziativa per più democrazia / Initiative für mehr Demokratie ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Consiglio e Giunta provinciale in Alto Adige

Tedesco
Introdurre la raccolta firme online per l'esercizio degli strumenti referendari in Alto Adige - ora!

Cosa non è stato reso possibile nell'anno passato tramite l'utilizzo di internet: il lavoro, l'istruzione, la cultura, l'utilizzo di servizi, sempre più anche la spesa e tanto altro. Chi ci governa però ha trascurato una cosa essenziale: l'introduzione della raccolta firme online per garantire l'esercizio dei diritti referendari.

Per chiederla firma qui!
Maggiore informazione trovi sul nostro sito.

Dal 2018 in Alto Adige i cittadini hanno a disposizione strumenti di democrazia diretta integrali e soprattutto anche utilizzabili: l'iniziativa popolare (con la quale i cittadini posso portare al voto referendario propri disegni di legge) e il referendum (con il quale i cittadini possono esercitare il controllo diretto sulle leggi della rappresentanza politica). Le misure per contrastare l'attuale pandemia hanno però reso impossibile l'utilizzo di tali strumenti in quanto non è possibile raccogliere firme di sostegno negli spazi pubblici.

L'urgenza di impegnarci tutti per una conversione socialmente e ambientalmente compatibile è diventata al contempo evidente a sempre più persone. Noi cittadini attivi siamo tuttavia al momento condannati alla quasi totale inattività. Siamo privati dei nostri strumenti più efficaci: non possiamo più esercitare i nostri diritti referendari. E proprio in questa situazione si è ritentato di privarci della parte più importante, del referendum. Dobbiamo poter difendere sempre questo strumento e regole valide per poterci difendere con esso!

Ciò nella situazione attuale è solo possibile tramite la raccolta firme online, tutt'ora non prevista,

Se dall'inizio dell'anno non vigesse a tal riguardo l'obbligo giuridico stabilito dal Parlamento italiano, probabilmente dovremmo attendere ancora a lungo quanto nella situazione attuale dovrebbe essere semplicemente ovvio: la raccolta firme online nell'esercizio dei diritti di partecipazione e referendari.

Una nuova legge statale stabilisce che un'iniziativa legislativa popolare o un referendum, oltre alla classica bancarella e l'ufficio comunale, possano essere sostenuti anche con una firma online. Tale possibilità dev'essere resa tecnicamente praticabile entro l'anno. Nessuno obbliga però ad aspettare fino alla fine dell'anno, anzi: l'attuale situazione di urgenza impone un'immediata introduzione della raccolta firme online.

Pertanto noi cittadini altoatesini esigiamo dalla rappresentanza politica che realizzi subito questa possibilità, e in modo tale che possa essere utilizzata nel modo più semplice e immediato possibile, senza ulteriori passi burocratici, da tutti i cittadini con accesso a internet. Ribadiamo che la realizzazione di tale strumento è un obbligo di legge cui noi chiediamo di ottemperare immediatamente.

Riferimenti/link:

P.S.: In altre regioni italiane, a livello statale, in altri paesi, a livello europeo - quasi ovunque i cittadini hanno la possibilità di presentare una petizione istituzionale. Si tratta certamente dello strumento di partecipazione più debole ma anche di quello più utilizzato e alla mano. In Alto Adige invece non esiste! Con gratitudine utilizziamo perciò la piattaforma per petizioni online change.org.

Se firmi questa petizione sarai tenuto al corrente sugli sviluppi. Puoi anche abbonare la nostra newsletter.

0 hanno firmato. Arriviamo a 3.000.
Quando arriverà a3.000 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere presa in considerazione dai media e dai giornali locali!