REFERENDUM FVG: X i malati, gli emarginati e X chi vuole restare cittadino, vuole partecip

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Crisi della democrazia: l’elenco delle cause è lungo e i pericoli altissimi.

Proposte per difendere e rendere viva e vera la democrazia:  più partecipazione attiva, più potere decisionale al cittadino, più conoscenza.

mettiamo che ci sia qualcuno che vuole ancora Partecipare alla vita democratica. mettiamo che però non sia un “potente”, senza troppa grana, che non appartenga a grosse organizzazioni, fuori dai partiti, dai sindacati, dagli oratori, dai circoli, dai salotti e ovviamente senza tv e giornalon. mettiamoci pure che la malattia lo/la costringa inchiodato ad un letto o ad una sedia e che per vivere, comunicare e partecipare non ha altro che i propri occhi ed il proprio computer.

Ora, mettiamo che persone così esistano davvero nel nostro Bel Paese, ma che non si chiamino Luca Coscioni, Piero Welby o Marco Gentili, no, mettiamo che questa persona sia tu, tua figlia, tuo padre.

Come gli spiegheresti che non hai fatto nulla sapendo che il 10 gennaio 2018 il Consiglio Regionale FVG può approvare legge regionale che: 1) permette sottoscrizione e voto referendum Regionali x via informatica; 2) azzera il quorum per cui vince/DECIDE chi gioca meglio ( 1 voto in più ) e non chi se ne frega ( astensionisti); 3) assicura la piena e completa conoscenza dei quesiti refendari



Oggi: Pietro conta su di te

Pietro Pipi ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Consiglieri regione FVG: malato, senza potere, debole ma resto cittadino e voglio partecipare decidere con un clik". Unisciti con Pietro ed 307 sostenitori più oggi.