NO Addizionale comunale IRPEF

NO Addizionale comunale IRPEF

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Grotte Comitato Civico ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Consiglieri comunali di Grotte e a

Richiesta revoca delibera consiliare n. n.24 del 24/09/2020 relativa all’approvazione del regolamento che istituisce l’addizionale comunale all’IRPEF.

PRESO ATTO della delibera consiliare che istituisce per l’anno 2020 l’addizionale comunale all’IRPEF con aliquota fissata allo 0,6% con esenzione dei redditi fino a 12.500 euro (pari a € 1.041 mensili per 12 mensilità che in presenza della 13 si riducono ulteriormente a € 961);

RILEVATO che le motivazioni addotte alla sua adozione fanno riferimento a un generico quanto indefinito pericolo di dissesto;

CHE non risulta nessuna indicazione sulla quantificazione del temuto disavanzo, né tanto meno sul presunto gettito;

CHE in considerazione del limitato numero di potenziali contribuenti, il presunto gettito sarà contenuto in cifre abbastanza modeste che smentirebbero la finalità istitutiva, ben potendosi raggiungere il pareggio con tagli alle spese inutili e improduttive;

CHE l’attuale situazione economica subirà nei prossimi mesi un nuovo aggravamento che si determinerà con la cessazione della CIG e con la fine dell’obbligo di non licenziamento;

CHE molte imprese sono sull’orlo del fallimento con ricadute in termini occupazionali, oltre che di gettito delle imposte comunali;

CHE le misure di sostegno non possono essere vanificate da ingiustificate pressioni fiscali;

CHE il sacrificio imposto non offre garanzie di equità, rapportate alla capacità contributiva, non avendo previsto la proporzionalità con diversificazione per fasce di reddito;

CONSIDERATO infine che l’istituzione dell’addizionale non è un obbligo di legge, bensì una facoltà che deve pur sempre essere dettata da motivate e comprovate inderogabilità e non certamente dal libero arbitrio;

TUTTO CIO’ PREMESSO, rivolgono, alle autorità in indirizzo, un accorato appello per l’immediata revoca di un’imposta iniqua il cui fine sarebbe solo quello di aggravare le già precarie situazioni economiche della collettività.   

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!