PETIZIONE CHIUSA

Condivisione, solidarietà, antirazzismo: Ponte Felcino (PG) città dell'Accoglienza.

Questa petizione aveva 447 sostenitori


Da qualche tempo Ponte Felcino e Perugia, come molte città e paesi d'Italia, accolgono famiglie di stranieri e richiedenti asilo che scelgono l'Italia per il loro futuro oppure fuggono da guerre, miseria e povertà. Qualcuno però non vuole proprio sentir parlare di accoglienza poiché secondo loro questi arrivi portano enormi disagi alla popolazione locale.

Ma noi siamo qui a testimoniare che non è vero: basta conoscere queste persone, sentire le loro storie, guardare nei loro occhi per capire che sono persone come noi, solo un po' più sfortunate e nate nella parte "sbagliata" del mondo. Noi vogliamo restituire dignità a queste persone e alle loro storie, oltre che al nostro paese che non ci sta a essere definito "razzista" solo perché alcuni abitanti vogliono cacciarli (senza addurre alcun motivo tra l'altro).

Tutti gli stranieri che arrivano hanno la speranza di un futuro migliore, e nulla hanno a che fare con coloro che commettono crimini, non possiamo fare di tutta l'erba un fascio.

Perché solo così possiamo costruire un ponte tra le persone. Le parole che ci piacciono di più sono: accoglienza, condivisione, solidarietà, antirazzismo, partecipazione, integrazione e inclusione.

Ci impegniamo affinché nessuno, e sottolineiamo NESSUNO, si senta escluso. Non è più il tempo delle divisioni e degli scontri.
È arrivato il tempo di guardarci negli occhi e di prenderci per mano. Tutti insieme.



Oggi: Valeria conta su di te

Valeria Cardinali ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Condivisione, solidarietà, antirazzismo: Ponte Felcino (PG) città dell'Accoglienza.". Unisciti con Valeria ed 446 sostenitori più oggi.