Diretta a comunicazione@coni.it  ed a(d) 2 altri

Grave attacco del CONI all'associazionismo sportivo: salviamo le discipline escluse!

0

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.

In data 20/12/2016, con la delibera n° 1566 del 20/12/2016, il Consiglio Nazionale del CONI ha ridefinito il numero delle discipline riconosciute, ai fini della iscrizione al Registro Nazionale del CONI delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche.

Nel fare ciò, arbitrariamente e senza alcuna coerenza “tecnica”, sono state riconosciute come “sportive” alcune discipline come il Tuina (massaggio), la Medicina Sportiva, il Bridge e la Morra (altresì presente nella tabella dei “Giochi Proibiti” nei luoghi pubblici ai sensi dell’articolo 110 del “Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza”), negando invece tale riconoscimento a discipline come lo Yoga (aggiunto invece dall’UNESCO nella lista dei “Patrimoni orali e immateriali dell'umanità” lo scorso 01/12/2016!), il Pilates, il Gatka o spada indiana, il Minibasket, il Crossfit, il Krav Maga, l’MMA, il Parkour, le Arti Circensi, le Arti Acrobatitche e molte altre, oggi praticate in tutta Italia e nel mondo da centinaia di migliaia di persone di ogni età, sesso e condizione.

Questa esclusione, determinando la cancellazione automatica dal Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche impegnate in tali discipline, farà decadere tutte le agevolazioni e le tutele di cui esse attualmente usufruiscono e, non essendo stati forniti riferimenti normativi che rappresentano una valida alternativa, la continuità delle attività, l’insegnamento e l’accesso alla pratica di tutti i potenziali interessati verranno gravemente compromessi.

I sottoscrittori di questa petizione, riconoscendosi nella definizione di “Sport” come “[...]insieme delle attività, individuali o collettive, che impegnano e sviluppano determinate capacità psicomotorie, svolte anche a fini ricreativi o salutari [...]”, rifacendosi altresì a quanto indicato nel “Libro Bianco sullo Sport” dell’11 luglio 2007 (presentato dalla Commissione Europea al Consiglio, al Parlamento Europeo, al Comitato delle Regioni e al Comitato Economico e Sociale Europeo) e attendendo l’esito del ricorso straordinario presentato dall’Ass. Metamorfosys,  chiedono che la delibera qui discussa, venga ritirata o modificata includendo le discipline arbitrariamente eliminate, per sanare questa gravissima lesione dei principi di libertà e democrazia di tutto il mondo sportivo.

Questa petizione sarà consegnata a:
  • comunicazione@coni.it
  • lotti_l@camera.it
  • ignangioni@tiscali.it


    Yoga Libero ha lanciato questa petizione con solo una firma e ora ci sono 7.090 sostenitori. Lancia la tua petizione per creare il cambiamento che ti sta a cuore.




    Oggi: raffaella conta su di te

    raffaella bellen ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "comunicazione@coni.it: Grave attacco del CONI all'associazionismo sportivo: salviamo le discipline escluse!". Unisciti con raffaella ed 7.089 sostenitori più oggi.