SI ALLA GARA A DOPPIO OGGETTO PER IL GLOBAL SERVICE SCOLASTICO DI ROMA CAPITALE

SI ALLA GARA A DOPPIO OGGETTO PER IL GLOBAL SERVICE SCOLASTICO DI ROMA CAPITALE

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
CORM - COMITATO OPERATORI ROMA MULTISERVIZI ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Comune di Roma e a

La "Gara a doppio oggetto" è l'unico strumento contrattuale migliorativo rispetto alla Gara a 15 lotti municipali, capace di garantire il servizio di igiene ed assistenza scolastica dedicato ai bambini da zero a sei anni, mediante la costituzione di una società partecipata direttamente al 51% da Roma Capitale.

In particolare, la "Gara a doppio oggetto", vuole tutelare la continuità occupazionale degli operatori che fino ad oggi hanno svolto tali mansioni con la società Roma Multiservizi: una continuità occupazionale che invece non sarebbe assicurata con l'ipotesi di internalizzazione del servizio, in quanto presuppone una nuova assunzione del personale addetto tramite concorso pubblico, con il rischio di lasciare a casa diverse centinaia di lavoratori, perché esclusi da altri concorrenti esterni o per insufficienti requisiti preferenziali.

La "Gara a doppio oggetto" garantisce inoltre una migliore qualità del servizio di igiene ed assistenza scolastica erogata all'utenza cittadina, grazie all'incremento previsto degli orari di lavoro ordinari per i part-time e all'aumento dei contratti di lavoro su base annuale. 

Per questi motivi, chiediamo di sostenere la "Gara a doppio oggetto" e al tempo stesso esprimere la contrarietà ad ogni richiesta giudiziaria di sospensione di tale procedura, la quale permette alla società Roma Multiservizi di continuare ad operare in regime di proroga tecnica, dopo oltre 7 anni dalla scadenza naturale dell'appalto.

CORM - Comitato Operatori Roma Multiservizi

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!