SBLOCCARE SUBITO I FONDI DELLA LEGGE 112 DOPO DI NOI PER LE PERSONE CON DISABILITA’

SBLOCCARE SUBITO I FONDI DELLA LEGGE 112 DOPO DI NOI PER LE PERSONE CON DISABILITA’

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 2.500 firme!
Comitato Genitori Dopo di Noi ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Comune di Roma e a

I FONDI DELLA LEGGE 112, STANZIATI DAL 1° GENNAIO 2021 SONO ANCORA BLOCCATI

In data 17/3/2021 con la D.D. n.927 il Comune di Roma ha pubblicato la graduatoria unica cittadina delle domande delle persone con disabilità per la Legge 112/2016 “Dopo di Noi”.

Nella citata D.D. n.927 veniva precisato che: “i fondi trasferiti dalla Regione Lazio ed iscritti nel bilancio di Roma Capitale sono sufficienti a sostenere i costi di tutti i progetti presenti nella graduatoria” … e “sarà cura dei singoli Municipi richiedere al Dipartimento eventuali ulteriori risorse economiche di fondi per la realizzazione dei progetti personalizzati da realizzarsi nell’anno 2021”.

I Municipi sostengono di non avere la disponibilità dei fondi perché manca una variazione di bilancio che il Consiglio Comunale ancora non ha approvato, mentre il Comune di Roma ritiene che i Municipi avrebbero potuto trovare comunque una via per utilizzare le risorse esistenti.

Dal 1° gennaio 2021 le famiglie delle persone beneficiarie e gli Enti Gestori da esse designati hanno pertanto proseguito i percorsi avviati facendosi carico della CONTINUITÀ ASSISTENZIALE e sostenendo, anche con ingenti sacrifici, gli interi costi della residenzialità o dei progetti di avvicinamento alla stessa. Sembrava scontato sia per le famiglie, sia per gli Enti gestori, che da un momento all’altro si sarebbe potuto contare sull’erogazione delle somme precisate nella graduatoria. MA QUESTO NON È ANCORA AVVENUTO.

In questo periodo di pandemia le famiglie sono esasperate dall’immobilismo e dall’apparente disinteresse dei Municipi. È noto a tutti che gli Enti Gestori stanno facendo il possibile per non interrompere i progetti, ma sono tutti in difficoltà economiche per la lievitazione dei costi dei servizi resi e per la riduzione dei contributi normalmente ricevuti.

I FONDI DELLA LEGGE 112/2016 CI SONO E SONO SUFFICIENTI A FINANZIARE I PROGETTI DEL 2021. LA PROSECUZIONE DEI SERVIZI E LA CONTINUITA' ASSISTENZIALE NON È GIUSTO CHE DEBBA ESSERE GARANTITA DALLE FAMIGLIE E DAGLI ENTI GESTORI CHE SONO DA TEMPO IN DIFFICOLTÀ.

Chiediamo pertanto che il Comune di Roma ed i Municipi Capitolini trovino la soluzione per superare gli ostacoli burocratici che incomprensibilmente e colpevolmente tengono bloccati i fondi e riconoscano il diritto dei beneficiari della Legge 112 ad utilizzare per L’INTERO ANNO 2021 le risorse stanziate dalla graduatoria cittadina.  Dovrebbe esser superfluo sottolineare che per i progetti avviati per il “dopo di noi” non è sensato concedere i contributi per pochi mesi perché non si possono assumere operatori e poi licenziarli e non si può affittare un immobile solo per qualche mese.

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 2.500 firme!