Salviamo i 18 Posti di Lavoro di Barcellona Caffè

Salviamo i 18 Posti di Lavoro di Barcellona Caffè

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.
Le petizioni con più di 5000 firme hanno il 50% di probabilità in più di raggiungere la vittoria!

Nicola Melito ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Comune di Roma e a

Da qualche mese ci siamo accorti che i lavori per la costruzione della strada che collegherà il Quartiere nuovo di Grotta Perfetta a Roma 70, sono arrivati a ridosso del Barcellona Caffè e puntano nella sua direzione.
Negli anni abbiamo sempre seguito con interesse la questione viabilità e più volte richiesto al Municipio VIII informazioni in merito, ricevendo sempre rassicurazioni sul fatto che la strada sarebbe passata nel parcheggio adiacente l’area verde di Via Mario Bianchini, senza creare danni al Barcellona Caffè.

Consultando ad oggi il piano regolatore, aggiornato nel 2016, ci accorgiamo invece che lo sbocco della nuova viabilità è precisamente in corrispondenza del Barcellona Caffè. Ed è forse questo uno dei motivi per
cui negli anni l’Amministrazione municipale non ha mai sostenuto l’attività e le tante iniziative promosse dal Barcellona Caffè.

C’è tanto rammarico per come sono andate le cose. C’è rabbia per le tante menzogne, per i problemi che ogni volta sorgevano, per i tanti raggiri e le assurde ed incomprensibili contestazioni a cui negli anni abbiamo assistito senza, almeno fino ad ora, un ragionevole motivo da parte dell’amministrazione
Municipale. Ad oggi, tutto ciò ha portato alla perdita di un’attività commerciale, portando via con essa i sacrifici, i sogni e le speranze di tre giovani imprenditori.

La voglia di farcela, di creare negli anni in quell’area verde non solo un punto di ristoro, ma un vero centro di aggregazione sociale di riferimento per il quartiere, coinvolgendo positivamente tutte le fasce di età. Ma soprattutto ha provocato la perdita di 18 posti di lavoro, sgretolando il primo Articolo della Costituzione Italiana, nel periodo storico più complicato e difficile dal dopo guerra ad oggi.

Cosa ne sarà di questi ragazzi, delle loro famiglie, che ora dovranno ricominciare da capo e cercarsi un nuovo impiego, in un contesto sociale ed economico così profondamente colpito e reso quanto mai precario dalla crisi di questo ultimo anno e mezzo di pandemia?

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.
Le petizioni con più di 5000 firme hanno il 50% di probabilità in più di raggiungere la vittoria!