Petition Closed

Le Terme di Agnano, patrimonio paesaggistico e centro curativo unico al mondo, utilizzato ininterrottamente dall'antichità, sono ora gestite con indifferenza e senza senso di responsabilità e rischiano la privatizzazione o la chiusura.

Letter to
Comune di Napoli
Fondo Ambiente Italiano
Comune di Napoli - Ambiente e Sanità
and 2 others
Municipalità Bagnoli Fuorigrotta Comune di Napoli
Redazione Canale 21 Peppe Iannicelli
Salviamo le terme di Agnano dall’indifferenza e dalla cattiva amministrazione

Le terme di Agnano, ricchezza unica al mondo e di proprietà del Comune di Napoli, rischiano di essere privatizzate.
Il Comune di Napoli, proprietario dell’intera area, non sembra consapevole del suo dovere di tutelare, valorizzare, pubblicizzare e organizzare un così grande patrimonio locale e nazionale dal quale tutti i cittadini hanno il diritto di trarre benefici e lustro.
L’apertura delle piscine esterne nel 2010 aveva fatto ben sperare in una rivalutazione del complesso. Invece, la situazione sembra stare ora precipitando verso la smobilitazione delle Terme. La gran parte dei dipendenti è già in cassa integrazione e le prospettive sono incerte sia per i lavoratori che per il futuro della struttura.

Eppure, non si deve dimenticare che le Terme di Agnano, al centro della meravigliosa e verdissima conca del cratere degli Astroni, sono utilizzate da tempi remoti come luogo di cura e relax. Nell’area sono visibili ancora tracce delle terme di epoca ellenistica e romana. Le stufe a caldo secco, di origine vulcanica esclusivamente naturale, hanno un equivalente in tutto il mondo solo in una località del Giappone. Le applicazioni terapeutiche sono eccezionali e curano malattie dell’apparato respiratorio, reumatismi, patologie circolatorie, pelviche e dermatologiche. I fanghi, ricchissimi di sostanze minerali benefiche, sono presenti nelle fangaie e convogliati nelle piscine. Applicati sul corpo danno immediati e duraturi effetti curativi ed estetici. Le terme forniscono trattamenti convenzionati e mettono a disposizione personale medico, paramedico e di assistenza altamente specializzato e appassionato al mantenimento della funzionalità del complesso.
Tutto ciò rende il complesso termale di Agnano un patrimonio unico di grandissimo valore per il territorio e per l’umanità intera, non assimilabile ad alcuni patinati complessi termali che offrono molto comfort ma poca reale qualità terapeutica.
Tuttavia, pochi conoscono le qualità delle Terme di Agnano, gestite con indifferenza anche quando ben due nuovi "rivali" complessi sportivi e di wellness stanno sorgendo in tempo record nelle vicinanze grazie a ingenti investimenti privati!
L’area è divisa in diverse strutture, alcune gestite dal Comune stesso e con cure in convenzione, altre gestite da privati e a pagamento totale da parte dell’utente. Mentre le strutture gestite da privati sono accoglienti e ben tenute, le strutture pubbliche del complesso sono poco curate, a volte decisamente trascurate, e solamente il cittadino consapevole dei benefici salutari delle terme non si lascia scoraggiare dall’aspetto poco accattivante dei locali, sempre pulitissimi ma poco accoglienti. Solo il personale di assistenza fornisce spiegazioni e informazioni che invece dovrebbero essere date e propagandate capillarmente dal Comune ai cittadini e ai turisti a scopo non solo di cura, ma anche di prevenzione, nell’interesse di tutta la comunità. Le acque termali, raccolte e imbottigliate fino a qualche decennio fa, sono ancora presenti nella conca, ma purtroppo dimenticate.
Sosteniamo la struttura e chiediamo al Comune di impegnarsi in maniera fattiva per mantenere le terme pubbliche e per far fruttare gli investimenti finora effettuati dal Comune, e quindi dai cittadini napoletani.