Ciclabile Rio Ospo - Muggia Centro: meno costosa e invadente, utile e sicura

Ciclabile Rio Ospo - Muggia Centro: meno costosa e invadente, utile e sicura

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Quando arriverà a500 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere inserita tra le petizioni consigliate!

FIAB Muggia Ulisse ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Comune di Muggia e a

In merito al progetto di una ciclabile tra il Rio Ospo e il Molo Balota , noi sottoscritti cittadini riteniamo che:

●      l'opera è costosa
l’opera, 145.000 Euro per 400 mt di ciclabile  e un costo di 360 euro al metro lineare,  utilizzerà l’interno finanziamento ottenuto per realizzare i 1.600 metri di collegamento tra la Parenzana e il Centro di Muggia per realizzare solo un quarto del percorso. 

●      l'opera è inutile:
Il tratto ciclabile comincia dal nulla e finisce nel nulla non essendo collegata al centro urbano. I ciclisti “tartaruga” (bambini, anziani) non ci arriveranno mai in bicicletta. I ciclisti “lepre” (cicloamatori, turisti, coloro che usano la bicicletta quotidianamente) perderanno solo tempo per entrare e uscire.

●      l'opera determinerà problemi di sicurezza e di rapporti con i veicoli a motore:
Il tratto ciclabile determinerà gravi problemi di sicurezza in fase di entrata/uscita dalla ciclabile per i pericolosi attraversamenti previsti uno dei quali collocato tra due curve cieche; comporterà l’inasprimento dei già difficili rapporti tra veicoli a motore e biciclette se i ciclisti locali non la impegneranno per evitare i pericolosi attraversamenti.

●     l'opera determinerà problemi di sicurezza e di rapporti con gli utenti del piccolo Parco dell'Ospo e i bagnanti di Molo Balota:
Nella bella stagione quel tratto di costa è l'unico a libera fruizione prima del centro di Muggia. Molto frequentato da bagnanti, questi si vedranno sottratta una buona porzione della parte ombreggiata, già piuttosto limitata. La ciclabile sarà collocata dove è abitudine collocare sedie sdraio e tavolini, con evidenti possibili conflitti assieme agli altrettanto evidenti problemi di sicurezza.

● l’opera è progettata su criteri superati:
le innovative leggi del Codice della Strada approvate dal 2018 introducono una nuova visione della città e della organizzazione dello spazio stradale incluso quello destinato alla bicicletta, intesa a tutti gli effetti come mezzo di trasporto.

Le città devono essere pianificate per le persone e non per le automobili.

Per queste ragioni chiediamo al Comune e alla Regione, per le loro rispettive competenze, di:

●    sospendere l'inizio dei lavori;
●    effettuare la comparazione tra soluzioni diverse con l'analisi dei costi relativa per l'individuazione di un progetto omogeneo e continuo di intervento dall'Ospo al Porto di Muggia.
●   rispettare i criteri previsti dalla normativa vigente e gli standard ciclovie RECIR nel tratto muggesano della FVG2A.
●   redigere  una variante al progetto approvato della FVG2/A sulla base dei criteri previsti dalla normativa vigente.

Questa raccolta firme è proposta dalla sezione Fiab Muggia Ulisse dell’associazione FIAB Trieste Ulisse APS.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Quando arriverà a500 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere inserita tra le petizioni consigliate!