Creiamo insieme un accesso per disabili nelle fermate di Pasteur, Rovereto e Turro

Recent news

Abbiamo scritto alla Presidente di ATM

Milano Positiva è un'Associazione pragmatica e concreta, che non si ferma finché non ha raggiunto il suo scopo. Proprio per questo motivo abbiamo scritto alla Presidente di ATM, di modo che vedesse il nostro costante interesse e voglia di cambiamento. Di seguito il testo: 

"Egregia Dott.ssa Gioia Maria Ghezzi, 

Le scrivo questa e-mail per portarLa a conoscenza di un tema che ritengo insostenibile per la città di Milano, che riguarda alcuni suoi cittadini, di cui parliamo in tante occasioni, per cui crediamo di fare tanto, per poi scoprire che nel 2020 ci sono ancora situazioni in essere come quella che Le vado a riportare. 

La nostra Associazione, Milano Positiva APS, lavora su tutta la città con un occhio di riguardo al Municipio 2; proprio in quest’area, che va da Piazza Repubblica a via Adriano, ci sono ancora oggi 3 fermate consecutive della linea metropolitana 1 (Pasteur , Rovereto e Turro) dove non c'è alcuna possibilità per un disabile di poter prendere tali mezzi, non c'è niente. 

Ancora oggi quindi la persona disabile, per poter prendere la metropolitana, deve andare alla fermata di Loreto oppure alla fermata di Gorla, che tra di loro sono distanti circa 2,2 Km; a Loreto c'è un ascensore, a Gorla neanche quello, c'è un montascale. 

Lei capisce che questa situazione, in una città come Milano , che si paragona anche giustamente alle altre capitali europee e ad altre città del Mondo e che viene definita città stato, non può più esistere; capiamo anche noi in maniera realistica e pragmatica che non è certo possibile fare tutto e subito. 

Ma una cosa sì. 

Le chiediamo di intervenire subito e di mettere immediatamente a progetto l’ascensore per la fermata di Rovereto, che si trova esattamente in mezzo alle altre due e che è vicina anche ad un altro luogo importante per l'area e per la città, il Parco Trotter, su cui il Comune ha fatto e sta facendo dei bellissimi interventi di recupero. 

Sono certo che nel suo nuovo incarico farà di tutto perché questo avvenga , anche e soprattutto per dimostrare da subito che l’Azienda Trasporti Milanesi è stata e sarà sempre vicina ai suoi cittadini, in particolar modo a quelli che in questo periodo di pandemia sono stati dimenticati da tutti: i disabili. 

Infine sono altresì sicuro che farà di tutto anche per evidenziare che l’Atm, la società dei trasporti dei milanesi niente ha a che fare con quanti, anche dal suo interno, ne hanno deturpato l'immagine. 

Possiamo e dobbiamo da subito far vedere che l’Atm è stata, è, e continuerà ad essere una grande azienda, al servizio dei suoi cittadini; noi come Associazione lavoreremo e saremo sempre al vostro fianco 

Questo è solo l’inizio. 

Attendiamo un Suo riscontro a questa nostra e con l’occasione porgiamo cordiali saluti. 

Giovanni Zais, 

Presidente Milano Positiva APS"

Milano Positiva
2 months ago